Domenica, 21 Luglio 2024
Maggioranza in crisi

Il consiglio boccia il piano triennale delle opere pubbliche, Miccichè: "Forzature incomprensibili"

Il sindaco interviene dopo l'incidente in aula Sollano: "Nessuna osservazione in due mesi, auspico una ricucitura morale e politica"

"Le motivazioni con cui è stato bocciato il piano triennale delle opere pubbliche sono incomprensibili". Lo ha detto il sindaco di Agrigento, Francesco Miccichè, replicando agli attacchi di Democrazia cristiana e Fratelli d'Italia. 

"Mi appaiono, e credo che appaiano anche ai cittadini di Agrigento - scrive Miccichè in una nota -, incomprensibili le ragioni per le quali il piano è stato bocciato. E nella misura in cui le ragioni siano state spiegate, ritengo che tali spiegazioni siano frutto di forzature, di acrobazie concettuali e quindi ancora incomprensibili".

Bocciato il piano triennale delle opere pubbliche, la Dc: "Sindaco senza maggioranza"

Miccichè aggiunge: "La giunta comunale ha deliberato l’approvazione del piano oltre due mesi addietro. E finora il documento di programmazione è stato affisso all’albo pretorio e a disposizione del consiglio comunale. Nessuno mai ha opposto delle osservazioni, richiesto modifiche, addotto proposte. Allo stesso modo è stato così in consiglio comunale, dove il piano è stato 'congelato' due mesi per poi essere, in un batter d’occhio, scongelato e bocciato".

Secondo il sindaco: "In un periodo di estreme difficoltà, legate in particolare alla crisi idrica, e alla vigilia dell’avvento dell’anno di 'Agrigento Capitale della cultura', ritengo che sia doveroso assumere da parte di tutti un comportamento politico e amministrativo assennato e responsabile, teso al dialogo e alla costruzione, piuttosto che alle barricate e alla distruzione. Non credo che quanto accaduto in consiglio comunale rientri in un contesto di beghe politiche, perché immolare il futuro della città e l’interesse dei cittadini alle ragioni di ‘bottega’ è profondamente deprecabile e da condannare".

Maggioranza di Miccichè in frantumi, Fratelli d'Italia: "O si cambia rotta o si torna al voto"

Miccichè vede la maggioranza scricchiolare. "Agrigento e gli agrigentini - prosegue - non lo meritano. Auspico pertanto una ricucitura prima morale che politica, l’assunzione di un atteggiamento di ‘salute pubblica’, un sussulto di responsabilità e di dedizione all’interesse della città. Diversamente, come ho premesso, tutto si rivelerebbe incomprensibile”.

AgrigentoNotizie è anche su Whatsapp. Seguici sul nostro canale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il consiglio boccia il piano triennale delle opere pubbliche, Miccichè: "Forzature incomprensibili"
AgrigentoNotizie è in caricamento