rotate-mobile
Venerdì, 14 Giugno 2024
Politica Ribera

Ribera, autovelox e scout-speed non convincono: i dubbi di Vassallo

Interrogazione del consigliere comunale all'amministrazione

I metodi utilizzati dall’amministrazione comunale mirati a scovare gli automobilisti indisciplinati, non convincono il consigliere comunale Benedetto Vassallo, che invia un’interrogazione all’amministrazione per conoscere maggiori dettagli a tutela dei cittadini.

“Nelle ultime settimane – scrive Vassallo – i cittadini hanno discusso sull’effettiva utilità dello “scout speed”, cioè su quella apparecchiatura voluta dall’amministrazione comunale e volta a “scovare” gli automobilisti più indisciplinati o quelli non in regola con il pagamento degli oneri obbligatori per la circolazione veicolare. Io stesso al fine di non apparire polemico e prevenuto, ho deciso di attendere prima di esprimermi sul tale iniziativa condivisibile in alcuni aspetti, ma che adottata da questa amministrazione correva il rischio di tramutarsi nel solito strumento vessatorio nei confronti dei riberesi già tartassati da imposte locali estremamente alte”.

Il consigliere si dice non convinto dell’utilizzo dello strumento soprattutto in via Imbornone. “Sono stati collocati degli improvvisati cartelli indicanti avvisi di controllo elettronico della velocità con limiti che sembrerebbero difficilmente rispettabili – scrive ancora –. E se la vicinanza di questi avvisi ad alcuni luoghi sensibili come le scuole fosse un modo un modo per giustificare un nuovo modo per mettere le mani nelle tasche dei riberesi? Troppi dubbi e poca chiarezza”.

Vassallo chiede quindi all’assessore al ramo se: “è suo intendimento e/o obbligo dare opportuna comunicazione ai cittadini sugli orari, sui giorni e sui luoghi di utilizzo della strumentazione in oggetto; sulle reali motivazioni che hanno portato a questa iniziativa; come si è arrivati a quantificare una previsione di entrata di 15 mila euro; se le eventuali somme incamerate verranno utilizzate per mettere in sicurezza le arterie stradali con interventi specifici e non come da lei dichiarato ‘esclusivamente per finalità attinenti il miglioramento e il potenziamento del servizio di polizia municipale’; se è suo intendimento valutare l’utilizzo di questo strumento anche su importanti e pericolose arterie stradali come la SS115”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ribera, autovelox e scout-speed non convincono: i dubbi di Vassallo

AgrigentoNotizie è in caricamento