Politica

Amministrative a Favara con la visita di Conte, Pullara: "Dopo il comizio da domani scriveremo a "Chi l'ha visto?"

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di AgrigentoNotizie

Ho aspettato prima di intervenire il verificarsi che, il presidente della regione in carica eletto grazie al supporto di una intera coalizione, perché ricordo a me stesso nei due precedenti tentativi senza unità di coalizioni ne era uscito sconfitto, che si ripropone per un secondo mandato, pur avendo fin dall’inizio parlato di volerne fare uno soltanto, che rimasto a guardare nelle competizioni europee evitando di schierarsi sul principio di rimanere super partes, comiziasse a Favara schierandosi per uno dei candidati non unitario del centro destra, sol perché appoggiato dal proprio partito.

Solo le parole del deputato regionale della Lega Carmelo Pullara

Avrebbe, – dice Pullara -a mio modo di vedere, fatto bene il Presidente della regione, visto che è rimasto latitante nel  proporsi di gestire unitariamente la fase pre-elettorale a proseguire in un atteggiamento di distacco piuttosto che schierarsi per una parte, la sua parte. Notiamo quindi un certo strabismo nell’atteggiamento politico del Presidente della regione e non è la prima volta.

Avviene sempre quando si parla del proprio partito ovvero della Sicilia orientale o del catanese in particolare. Certo avrà deciso di andare a Favara perché è l’unico paese, sui sei nei quali, si vota in provincia di Agrigento, dove il simbolo del proprio partito è presente, questo già la dice lunga. Ma un tratto sociologico sul tessuto economico sociale del paese di Favara spiega anche il perché essendo lo stesso intriso di imprese edili e di dipendenti regionali o di società legate alla regione, l’Esa solo per fare un esempio. Ente quest’ultimo che lo stesso presidente di cui aveva preannunciato la liquidazione e poi magicamente invece sostenuto e rilanciato. Ma avendo deciso, il Presidente della regione, di venire a comiziare, sicuramente avrà parlato di come intende rimediare per la perdita dei fondi del PNRR sull’agricoltura, o della riforma dei rifiuti, o di quella dell’acqua, o di quella delle province, o del rilancio della sanità, o della mancata assistenza agli alunni disabili o della progettualità della stabilizzazione degli ASU solo per fare qualche esempio.

Le elezioni amministrative – conclude Pullara - non sono elezioni politiche la gente decide chi sarà il proprio amministratore a chi affiderà le chiavi della città ed il vissuto quotidiano. I favaresi, sono certo, sapranno votare e scegliere senza farsi abbindolare dalle molte e variopinte promesse che poi non  vengono puntualmente mantenute e dal tanto fumo negli occhi delle passerelle pre-elettorali ieri del Presidente Musumeci oggi dell’ex Presidente Conte. Noi con gli amici di Favara la nostra scelta in libertà e senza condizionamenti l’abbiamo compiuta sono certo che saranno in tanti a seguirci.      

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Amministrative a Favara con la visita di Conte, Pullara: "Dopo il comizio da domani scriveremo a "Chi l'ha visto?"

AgrigentoNotizie è in caricamento