rotate-mobile

Usare i bandi per recuperare denaro e sviluppare il turismo culturale: Bongiorno presenta la candidatura a sindaco

L'annuncio: "Non staremo seduti su quella sedia, ma ci sposteremo ogni giorno, tutte le settimane, a Palermo, Roma e Bruxelles perché vi assicuro che i soldi ci sono"

"Le soluzioni non sono solo quelle che derivano dall'utilizzo, fatto in malo modo, del bilancio comunale. Le passate amministrazioni non hanno utilizzato i fondi che provengono dai bandi regionali, nazionali ed europei. È solo un esempio, ma vale per tantissimi altri casi, Natale e Carnevale noi abbiamo fatto delle manifestazioni soltanto con i soldi del bilancio del Comune, sottratti ai minori, ai disabili, alle scuole. Mentre altri Comuni del circondario hanno avuto finanziamenti da parte della Regione, porto l'esempio di Milena che ha avuto 20mila euro per il Carnevale e altrettanti per il Natale". Questo, fra i tanti, uno dei temi affrontati durante la presentazione della candidatura a sindaco di Racalmuto di Lillo Bongiorno e del simbolo della sua lista denominata "La svolta per Racalmuto - Bongiorno sindaco". Presentazione che è stata fatta ieri sera. 

Elezioni 2024, a giorni sarà campagna elettorale: il quadro delle candidature

"Non staremo seduti su quella sedia, ma ci sposteremo ogni giorno, tutte le settimane, a Palermo, Roma e Bruxelles perché vi assicuro che i soldi ci sono. Ci sono tantissimi bandi in attività produttive - ha detto Bongiorno, riscuotendo l'applauso dell'intera sala, - . Vi prometto che non 'bucheremo' più nessun bando perché costituiremo l'ufficio bandi e parteciperemo a tutti i bandi che saranno pubblicati e poi andremo a sostenere le nostre ragioni con gli amici deputati perché questa coalizione ha un vantaggio in più: non abbiamo litigato con il presidente della Regione". La campagna elettorale, di fatto, comincia a essere infuocata a Racalmuto. "Utilizzeremo i contatti, i rapporti, con i deputati regionali e nazionali - ha aggiunto - per il paese e non per le nostre cose personali. Non abbiamo interessi personali, non miriamo a rivincite personali. È sui problemi che dobbiamo intervenire". 

Campobello rimasta orfana del sindaco è pronta alle elezioni: ecco chi sono i candidati ... anche al Consiglio

Inevitabile il "tasto" turismo e cultura: "Ma come possiamo mirarci se il paese è in queste condizioni? Se l'arredo urbano è carente, se l'erba copre ormai perfino le strade, se i gabinetti pubblici sono chiusi, se i siti turistici del Comune la domenica sono chiusi. Dobbiamo mettere in atto un grandissimo progetto di sviluppo che deve avere condizioni operative". Bongiorno ha parlato di "un corso di alfabetizzazione inglese e francese per i vigili urbani e alcuni dipendenti", "del potenziamento dell'ufficio turistico presente al castello Chiaramontano" e dell'apertura "anche a turno, la domenica, dei ristoranti". 

Racalmuto, Lillo Bongiorno si presenta agli elettori

"Non riesco a comprendere come il Comune di Cianciana - ha detto senza mezzi termini - che per raggiungerlo ha una strada dissestata può aver messo su un progetto che ha portato alla vendita di 80 immobili ad inglesi. E noi che siamo il paese di Leonardo Sciascia? E noi che siamo il paese della cultura?". Tanti, tantissimi, i racalmutesi presenti, fra cui i consiglieri che fino ad oggi sono all'opposizione ed anche assessori, o ex, della giunta Maniglia. 

AgrigentoNotizie è anche su Whatsapp. Seguici sul nostro canale.

Video popolari

Usare i bandi per recuperare denaro e sviluppare il turismo culturale: Bongiorno presenta la candidatura a sindaco

AgrigentoNotizie è in caricamento