rotate-mobile
Amministrative 2024 Naro

"Difetti insanabili": ecco perché sono state escluse le 2 liste dei candidati a sindaco di Naro

La commissione elettorale di Canicattì prima di procedere ha consultato decine di prefetture della penisola, ha chiesto un parere informale al ministero dell'Interno ed ha consultato e acquisito la relativa giurisprudenza

"Faremo ricorso, faremo ricorso": continuano a ripeterlo, da ore, i candidati a sindaco Milco Dalacchi e Roberto Barberi le cui liste sono state escluse dalla commissione elettorale di Canicattì che ha competenza sui Comuni - chiamati alle amministrative d'inizio giugno - di Naro, Racalmuto e Campobello di Licata. 

Elezioni 2024, escluse due liste su tre a Naro: Brandara unica candidata sindaco

Elezioni 2024, a Naro Barberi, Brandara e Dalacchi in corsa per la poltrona di sindaco: tutti i candidati consiglieri

Ecco il perché dell'esclusione 

Le liste "Magica Naro" e "Uniti per Naro" a sostegno dei candidati sindaco Milco Dalacchi e Roberto Barberi sono risultate avere difetti insanabili. La prefettura di Agrigento (la commissione elettorale di Canicattì è composta da un vice prefetto e da due funzionari dell'ufficio territoriale del Governo) prima di procedere all'esclusione ha consultato decine di uffici territoriali del resto della penisola, ha chiesto un parere informale al ministero dell'Interno ed ha consultato e acquisito la giurisprudenza. Tutte le interpretazioni sono risultate essere univoche: si tratta di una mancanza insanabile.

L'elenco firmato dei sottoscrittori dei candidati è stato fatto su fogli separati, non collegati da timbri di congiunzione, non siglati, né spillati. La volontà dei sottoscrittori delle candidature non è risultata essere riconducile a quelle liste. Di fatto, mancando - fra un foglio e l'altro - i timbri di congiunzione, i sottoscrittori avrebbero potuto ritrovarsi ad aver avallato la candidatura di persone che neanche volevano candidare, né eventualmente conoscevano.

Liste depositate in extremis 

L'elenco dei sottoscrittori, la classica raccolta di firme, e i nomi dei candidati possono anche essere fatti su fogli disgiunti, ma devono essere formalmente collegati e collegabili. Fra l'altro, stando a quanto emerge, le due liste sarebbero state presentate sul filo del rasoio, ossia poco prima o poco dopo le ore 12 del 15 maggio. Non c'è stata, di fatto, alcuna possibilità per sanarle. 

Se fossero state depositate prima, ossia quando il termine non era ancora scaduto, la commissione elettorale avrebbe potuto controllarle e fare in modo che venissero - dando le indicazioni necessarie - sanate. 

Le liste "Magica Naro" e "Uniti per Naro" sono risultate avere pertanto un difetto insanabile.

Brandara unico candidato sindaco

Al momento, in attesa anche di capire se effettivamente i ricorsi dei due candidati esclusi verranno o meno depositati e se, poi, verranno accolti, l'unico candidato sindaco di Naro è l'uscente Maria Grazia Brandara. Se voterà il 40 per cento del corpo elettorale, Brandara - a prescindere dal risultato ottenuto - verrà riconfermata. Non sarà così invece se non si raggiungerà il quorum del 40 per cento.   

Elezioni 2024, giochi fatti a Racalmuto: ecco chi sono i candidati al Consiglio dei 3 aspiranti sindaci

AgrigentoNotizie è anche su Whatsapp. Seguici sul nostro canale

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Difetti insanabili": ecco perché sono state escluse le 2 liste dei candidati a sindaco di Naro

AgrigentoNotizie è in caricamento