Lavori sul viadotto Morandi, Di Rosa: "Taglio tasse ai commercianti penalizzati"

Il responsabile del movimento "Mani Libere": Come può un sindaco gioire per la revisione di una rotonda che non serve a niente e a nessuno ed invece tutta la città, nel frattempo, soffre le problematiche inerenti la viabilità principale gestita da Anas?"

Una veduta del viadotto Morandi

Lavori sul viadotto Morandi, sul ponte Petrusa e sulla galleria Spinasanta. Lo "scontro" politico - perché è già tempo di campagna elettorale - si fa duro e chiedendo la "riduzione delle tasse per i commercianti penalizzati da troppo tempo", il responsabile del movimento "Mani libere": Giuseppe Di Rosa va all'attacco del sindaco Lillo Firetto.

"Perché ai commercianti del viale Della Vittoria sì e a quelli della parte bassa della città no? - scrive Di Rosa, parlando della riduzione delle tasse - . Sindaco siamo tutti agrigentini non esistono cittadini di serie 'A' e cittadini di serie 'B'. Dopo i nulla osta della Soprintendenza e del Genio civile, cosa aspetta Anas ad iniziare i lavori di messa in sicurezza per aprire il secondo tratto del ponte Morandi? - chiede Di Rosa - . Ma chi amministra Agrigento non si rende conto che la città soffre e chi ha attività economiche nella parte bassa: nelle vie Manzoni, Dante, XXV Aprile, Callicratide sta rischiando davvero di chiudere bottega? Come si può gioire per una rotonda quando di fatto l’Anas penalizza Agrigento ritardando l’apertura del ponte Petrusa, delle gallerie Spinasanta e non mantiene le strade di sua pertinenza per come dovrebbe? - Di Rosa incalza con gli interrogativi - . Come può un sindaco gioire per la revisione di una rotonda che non serve a niente e a nessuno ed invece tutta la città, nel frattempo, soffre le problematiche inerenti la viabilità principale gestita da Anas?". 

"Possibile che nessuno al Comune: sindaco, presidente del Consiglio, assessori, consiglieri di maggioranza o di opposizione ha interesse a tutelare i commercianti che da anni devono subire la chiusura della più importante arteria di collegamento. Le interruzioni alla circolazione stradale e le modifiche alla viabilità ad Agrigento, non sono più un fatto episodico, ma rappresentano oramai una costante che provoca disagi e danni economici, soprattutto alle attività commerciali - ribadisce Di Rosa - . Per particolari situazioni e in casi evidenti di danni prolungati per le attività commerciali chiediamo al sindaco di prevedere una riduzione delle imposte locali: Ici, tassa sulla pubblicità, imposta rifiuti, così come dice di aver fatto per le attività del viale Della Vittoria". 

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Agrigento usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tromba d'aria a Licata: tetti scoperchiati e case danneggiate

  • Temporali e venti da tempesta, per la Protezione civile è allerta "arancione": scuole chiuse

  • Incidente sul lavoro: arrotato da un trattore muore un imprenditore di 56 anni

  • "Allerte meteo non siano scusa per chiudere le scuole", ecco la stoccata della Protezione civile

  • Si affaccia al balcone e si masturba: 45enne allontanato per un anno

  • Carreggiate invase dal fango e torrenti in piena: ecco quali strade sono state chiuse

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento