menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Nuccia Palermo

Nuccia Palermo

Sicilia Futura: "Il sindaco Firetto continua a tacere sui conti del Comune"

Il vice segretario provinciale Nuccia Palermo: "Il nostro sarà un voto contrario soprattutto al modus operandi, che cozza con le regole democratiche"

“Da ieri sono tre i Comuni della provincia di Agrigento che nel giro di pochissimi mesi hanno subito la traumatica dichiarazione di dissesto, e ciò non può far altro che farci alzare il livello di attenzione e di preoccupazione per il territorio tutto”.

A sostenerlo è Nuccia Palermo, vice segretario provinciale di Sicilia Futura.

“L’amministrazione, con a capo il sindaco Firetto, si sta prendendo la gravosa responsabilità – aggiunge Palermo - di non mettere il consiglio nelle condizioni di conoscere dettagliatamente lo stato finanziario ed economico dell’ente. Se consideriamo che ancora una volta ci ritroviamo a fine novembre senza avere votato il bilancio previsionale 2016, il che permette all’amministrazione attiva di operare in dodicesimi e quindi senza avere il cappio dell’indirizzo politico del consiglio da rispettare, e se consideriamo ancora, che questa amministrazione continua a presagire un sempre più prepotente e  prossimo dissesto finanziario che inesorabilmente porterà conseguenze non rosee alla popolazione, non capiamo perché la giunta – sono, ancora, le parole di Nuccia Palermo - non voglia dividere l’onere di una decisione così importante con l’intera assise cittadina nelle corrette tempistiche”.

“Tanti gli appelli – conclude il vice segretario provinciale di Sicilia Futura - fatti con più mezzi, ai quali l’amministrazione e la maggioranza non hanno dato alcun riscontro. Allo stato dei fatti annunciamo che nel caso in cui questa amministrazione perseveri nel non rendere dotti i consiglieri tutti, e quindi consapevoli e responsabili del voto, il nostro sarà un voto contrario non solo a qualsiasi documento contabile che porteranno quasi certamente agli sgoccioli del tempo, ma contrario soprattutto ad un modus operandi che cozza con le regole democratiche”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Un aiuto per i più deboli: la Brigata “Aosta” dona beni di prima necessità

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento