Tartaglia: "Gli italiani all'estero hanno scelto il Si"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di AgrigentoNotizie

Il popolo italiano si è espresso ed il risultato lo conosciamo tutti ma le riflessioni che si possono trarre da questo voto sono molteplici ed interessanti.

Sicuramente il dato che riguarda la partecipazione al voto è nettamente positivo ed ha superato ogni aspettativa e di questo penso proprio possano gioirne tutti perché è sempre una vittoria quando l'affluenza alle urne è così massiccia.

Altro dato, a parer mio fondamentale, è il voto degli italiani all'estero; fondamentale perché in controtendenza dato che la percentuale del SI è nettamente superiore, forse proprio perchè questa gente ha votato conoscendo già gli effetti positivi che questa riforma poteva apportare al nostro Sistema, dato che nella stragrande maggioranza dei paesi esteri il funzionamento è già come quello che noi invece abbiamo bocciato.

E adesso? Quale nuovo scenario politico vivrà l'Italia? Questo consenso espresso dagli italiani sta già sviluppando diversi effetti, dalle repentine dimissioni del Presidente del Consiglio, la probabile interruzione di alcune riforme molto interessanti e soprattutto ha dato l'opportunità a diversi personaggi dello scenario politico precedentemente "rottamati", e già criticati e bocciati, di ritornare in auge seppur avendo governato gli ultimi vent'anni portando il nostro Paese in una situazione di stallo.

Di certo ha vinto il NO, questo si sa già ed è un dato che bisogna ovviamente rispettare, ma quali sono i contenuti espressi da questo fronte del NO? Cosa li può accumunare se non un nemico comune?

Sembrerebbe una proposta politica parecchio sterile e spero tanto che non sia ancora una volta il popolo italiano a doverne subire le conseguenze.

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento