rotate-mobile
Politica

Centro storico, la denuncia di Codacons: "Piazza Ravanusella continua a sprofondare"

L'appello: "Sopra il cratere si trovano delle transenne solo appoggiate e l'area è circondata da barriere che vengono abbattute da chi parcheggia a ridosso della voragine"

Grande voragine in piazza Ravanusella, scoppia la polemica sulla mancanza di interventi di messa in sicurezza.

Ieri pomeriggio era stato il sindaco di Agrigento Franco Micciché insieme ad alcuni membri del comitato “Uniti per Ravanusella” e del movimento culturale “Il Centro Storico di Agrigento” a visitare il quartiere di Ravanusella, riscontrandone le emergenze e le esigenze. 

"Al termine dell’incontro - si legge in una nota - il primo cittadino ha rassicurato i residenti e i membri dei comitati presenti che innanzitutto verra? riattivato il servizio di spazzamento meccanizzato settimanale attenzionando anche il fenomeno dell’abbandono dei rifiuti nelle vie limitrofe, significando altresì che piazza Ravanusella, rientra come area d’attesa del piano di protezione civile e che si sta lavorando su un progetto di riqualificazione della piazza, nel quale non verrà lesinato l’impegno personale e dell’amministrazione comunale tutta affinché possa essere portato a termine prima possibile".

Oggi a sollevare la polemica è il vicepresidente di Codacons Agrigento, Giuseppe Di Rosa. "Mentre il sindaco, accompagnato da associazioni del luogo, vede lo stato dei luoghi - dice - non ordina la messa in sicurezza nonostante la zona sia pericolosa, dato che sopra il cratere si trovano delle transenne solo appoggiate e l'area è circondata da barriere che vengono abbattute da chi parcheggia a ridosso della voragine. Eppure per loro tutto sembra normale".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Centro storico, la denuncia di Codacons: "Piazza Ravanusella continua a sprofondare"

AgrigentoNotizie è in caricamento