rotate-mobile

Agrigento capitale della cultura? Codacons: “Il Comune non ha i soldi per pagare i contributi ai dipendenti ma partecipa ai concorsi”

Il responsabile regionale per la trasparenza negli enti locali Giuseppe Di Rosa interviene sul rapporto tra costi e benefici nella partecipazione alla rassegna del Mibact

Dopo l'ufficializzazione della candidatura di Agrigento a città capitale italiana della Cultura per il 2025, il Codacons tramite il responsabile regionale per la trasparenza negli Enti Locali, avverte sugli eccessivi costi preventivati da Palazzo dei Giganti per la partecipazione all'ambito concorso indetto dal ministero dei Beni Culturali. Secondo Di Rosa, alla città vincitrice, andrebbe un contributo economico da un milione di euro, mentre il Comune di Agrigento, avrebbe deliberato un impegno di spesa che non solo non sarebbe alla portata di un ente a rischio default ma che, analizzando costi e benefici, non sarebbe economicamente vantaggioso. “Il Comune – dice dai microfoni di AgrigentoNotizie l'ex consigliere comunale Giuseppe Di Rosa – non ha soldi per pagare i contributi e le ore di lavoro straordinario del 2016 e si presentano progetti che non hanno la dovuta copertura necessaria. Non è possibile – conclude Di Rosa – Codacons non ci sta!”

Agrigento capitale italiana della cultura 2025, grande evento al teatro Pirandello per presentare la candidatura

Video popolari

Agrigento capitale della cultura? Codacons: “Il Comune non ha i soldi per pagare i contributi ai dipendenti ma partecipa ai concorsi”

AgrigentoNotizie è in caricamento