Abusivismo, Catanzaro: "Decadenza sindaci? Decada anche presidente Regione, se inadempiente"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di AgrigentoNotizie

“La logica che spinge il presidente Musumeci ad insistere nella ‘linea dura’ nei confronti dei sindaci, ritenuti i soli responsabili dell’abusivismo in Sicilia - al punto da prevederne la decadenza in caso di inadempienze - potrebbe essere alla base di un emendamento per fare scattare la decadenza del presidente della Regione in caso di inadempienze nelle sue prerogative.  Una decadenza che scatterebbe di fronte temi fondamentali quali disabili, infrastrutture, strade ed autostrade, trasporti ferroviari, agricoltura, fondi comunitari, le cui aspettative dei siciliani sono costantemente e gravemente disattese”. Lo dice Michele Catanzaro, parlamentare regionale del PD, in merito al ddl annunciato dal presidente della Regione in merito ai temi dell’abusivismo in Sicilia.

“Abusivismo, così come la tutela e messa in sicurezza del territorio, sono temi seri e complessi che non possono essere affrontati con preconcetti o partendo da dualismi personali. I sindaci vanno coinvolti, e messi nelle condizioni per potere agire al meglio, nell’interesse di tutti. Se invece il presidente Musumeci dovesse insistere con la ‘minaccia’ della decadenza – aggiunge Catanzaro - siamo certi che allora sarebbe d’accordo anche al nostro emendamento, a meno che non intenda applicare due pesi e due misure: punizioni esemplari per i sindaci, e nessun richiamo quando il presidente della Regione non fa il proprio dovere”.

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AgrigentoNotizie è in caricamento