rotate-mobile
Politica

Rimborso degli abbonamenti per gli studenti pendolari, i sindaci incontrano Zambuto

L'assessore regionale: "E’ impegno del governo regionale garantire il diritto allo studio dei ragazzi siciliani senza gravare ulteriormente sui bilanci familiari”

C'è da capire se le risorse stanziate siano sufficienti per erogare un contributo in favore delle famiglie con Isee superiore a quello individuato dal governo regionale. E' questo quello che si sono sentiti rispondere, stamani, i sindaci dell'Agrigentino che - rappresentati dal primo cittadino di Naro, Maria Grazia Brandara, - sono stati ricevuti dall'assessore regionale alle Autonomie locali Marco Zambuto. Il "caso" è quello dei rimborsi alle famiglie per i trasporti degli alunni pendolari.

"Premesso che la legge di Stabilità 2021 ha attribuito la materia al competente assessorato della Pubblica istruzione che a breve emanerà apposita direttiva, - ha spiegato l'assessore Zambuto - è  in corso la rilevazione dei fabbisogni per verificare se le risorse stanziate a valere sui trasferimenti per l'anno 2020 siano sufficienti per erogare un contributo in favore delle famiglie con un Isee superiore a quello individuato dal Governo regionale con la delibera numero 580 del 15 dicembre 2020. E’ impegno del governo regionale garantire il diritto allo studio dei ragazzi siciliani senza gravare ulteriormente sui bilanci familiari”.

"L'assessore Zambuto ha comunicato che la Regione effettuerà un monitoraggio sulla spesa sostenuta nell'anno 2019 per il trasporto studenti pendolari - ha spiegato, a margine dell'incontro, il sindaco di Naro: Maria Grazia Brandara - . Fermo restando quel tetto di spesa, l'assessore ha assicurato che potranno essere erogati contributi anche a quelle famiglie, il cui reddito Isee supera i 10 mila euro".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rimborso degli abbonamenti per gli studenti pendolari, i sindaci incontrano Zambuto

AgrigentoNotizie è in caricamento