rotate-mobile
Giovedì, 18 Aprile 2024
Notizie

Vino, olio e dolci prodotti all'ombra dei Templi: la Valle vuole una sua Igp

Si lavora ormai da un paio di anni ad ottenere un'indicazione geografica tipica, l'Ente regionale attende in tal senso alcune risposte

Vino, olio, grani antichi, miele, dolci con le mandorle. Tutto realizzato con materia prima proveniente dalla Valle dei Templi. Il progetto non è nuovo, ma mira ad espandersi e rafforzarsi nel tempo, magari arrivando ad ottenere il marchio "Igp", l' "Indicazione geografica tipica" che li consacrerebbe in termini di qualità e di appetibilità - letteralmente - commerciale e turistica.

Tutto cominciò con il progetto "Diodoros", con la produzione, grazie alla convenzione con soggetti esterni, di olio e vino. Le vigne del Parco nel frattempo si sono ampliate - una si sta impiantando adesso in via Cavaleri Magazzeni, su terreni espropriati rientranti nella zona A grazie alla collaborazione di Cva, che si occuperà anche della produzione del vino, probabilmente un Nero d'Avola.

"Vogliamo iniziare a potenziare il settore dolciario - spiega il direttore Giuseppe Parello - connesso alla trasformazione delle mandorle raccolte nella Valle e abbiamo in tal senso alcune iniziative in fieri. Un marchio Igp per i nostri prodotti? Ci stiamo lavorando da alcuni anni, non abbiamo mai smesso di farlo. Stiamo attenendo alcune conferme".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vino, olio e dolci prodotti all'ombra dei Templi: la Valle vuole una sua Igp

AgrigentoNotizie è in caricamento