Sferrò un calcio al vaso di ceramica, tunisino incastrato dalle telecamere

Per la terza volta in un anno, proprio grazie alle telecamere del Comune, i carabinieri sono riusciti a risalire al trentenne vandalo

(foto ARCHIVIO)

Identificato grazie alle telecamere di video sorveglianza. Per la terza volta in un anno, proprio grazie alle telecamere del Comune di Ribera i carabinieri sono riusciti a risalire a un uomo, un tunisino di 30 anni, quale presunto autore del danneggiamento di un vaso in ceramica avvenuto pochi giorni prima dello scorso Natale nel centralissimo corso Umberto. Le telecamere di videosorveglianza del Comune di Ribera lo hanno ripreso prima mentre sferrava un calcio a un vaso in ceramica collocato a due passi dal palazzo municipale e poi attraversare ancora quella strada, in senso inverso.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Distrugge un vaso di ceramica, "incastrato" dalle telecamere: è un immigrato

I carabinieri per la terza volta in un anno hanno individuato, grazie alle telecamere del Comune, gli autori di danneggiamenti a questi elementi di arredo urbano. Il sistema di videosorveglianza del Comune di Ribera ha già consentito altre due volte, nel passato, di risalire agli autori di questi gesti. Una volta è stato individuato un riberese e un’altra un romeno. Questa volta un tunisino. "Al di là del danno economico – ha detto al Giornale di Sicilia il sindaco di Ribera, Carmelo Pace – bisogna stabilire il principio che chi sbaglia deve pagare. Non si può assistere ai continui danneggiamenti senza intervenire adeguatamente". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, 59 nuovi positivi nell'Agrigentino: ci sono anche insegnanti e studenti, è raffica di scuole chiuse

  • Regione, firmata l'ordinanza: centri commerciali e outlet chiusi la domenica pomeriggio e coprifuoco dalle 23

  • Coronavirus: "pioggia" di casi tra Agrigento, Favara, Ribera e Sciacca

  • Cosa fare se si è entrati in contatto con una persona positiva al coronavirus

  • Coronavirus, boom di contagi fra Licata, Sciacca, Porto Empedocle e Raffadali: anche 2 bimbi e una docente

  • Aumentano i contagi da Covid, sospesi i mercatini settimanali: ecco dove

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AgrigentoNotizie è in caricamento