Premio alla professionalità “Vincenzo Reale” conferito al magistrato Luigi Birritteri

La motivazione: "Per l’alta competenza, l’equilibrio, il rigore morale e la professionalità al servizio dello Stato e della giustizia”

Il conferimento del premio al magistrato Birritteri

Il premio alla professionalità “Vincenzo Reale” 2019 è stato conferito a Luigi Birritteri sostituto procuratore generale della suprema Corte di Cassazione “per l’alta competenza, l’equilibrio, il rigore morale e la professionalità al servizio dello Stato e della giustizia”. Ad istituire il premio - giunto alla tredicesima edizione - è stato il Rotary club Agrigento. E' un riconoscimento finalizzato ad onorare la figura l'omonimo Past Governor che fu anche Presidente del club dal 1975 al 1977.

Alla presenza del presidente 2018-2019, Maurizio Russo, del governatore del distretto 2110, Titta Sallemi, del sindaco di Agrigento, Calogero Firetto, del Past Governor Giovanni Vaccaro e del governatore incoming Valerio Cimino è stato consegnato il premio al magistrato. La commissione giudicatrice - composta dal presidente del club, Maurizio Russo; dalla presidente della commissione “Vincenzo Reale” anno 2018-2019, Rosetta Cremona Colli; da Alberto Avenia, presidente dell’Ordine degli ingegneri di Agrigento; da Giovanni Vento, presidente dell’Ordine dei medici chirurghi di Agrigento - ha inteso attribuire al magistrato agrigentino il “riconoscimento meritorio alla personalità che più di ogni altra, nell'espletamento della propria attività nel campo delle professioni liberali, produttive, sociali, si è imposta all'ammirazione della comunità e all'attenzione del territorio in cui opera il Rotary club Agrigento” essendo stato individuato quale punto di riferimento della sua categoria professionale e degno di essere additato all’apprezzamento della comunità per l’alta competenza, prestigio e rigore morale.

Vincenzo Reale, medico pediatra, dirigente la divisione di Pediatria dell’ospedale San Giovanni di Dio di Agrigento, è ricordato da sempre per il suo grande impegno sociale e, in particolare, per l’approvazione di una legge nazionale in favore dei disabili. Nel 1973 insieme a monsignor Angelo Ginex e a Vittoria
Grenci è stato il fondatore di un centro di riabilitazione per disabili psichici, la “Casa della Speranza”, che riunisce anche le famiglie dei ragazzi disabili nella sezione agrigentina dell’Anfass.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Moto ape contro camion sulla statale 115, muore ottantottenne

  • "Temevo di essere ucciso ma ho detto no al rientro in Cosa Nostra", Quaranta si racconta a Rebibbia

  • Matrimonio show per un'empedoclina: in chiesa sopra un carretto siciliano

  • "Occupazione abusiva di suolo pubblico", guai per una pizzeria della città

  • "Restituite stipendio e Tfr o vi licenzio", direttore supermercato condannato a 5 anni

  • "Tangenti per chiudere un occhio sulla contabilità", fra gli arrestati c'è un imprenditore favarese

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento