rotate-mobile
Martedì, 16 Agosto 2022
Notizie Favara

Premiati i progetti di giovani architetti per la riqualificazione urbana di Favara

Allestita venerdì scorso, al polo universitario di Agrigento, la mostra "Favara Urban Plan"

Allestita venerdì scorso, al polo universitario di Agrigento, la mostra "Favara Urban Plan", realtiva ai progetti di riqualificazione urbana per il centro storico di Favara, elaborati nell’ambito dell’attività didattica del Laboratorio di Urbanistica 1 della professoressa Alessia Cilona, del corso di laurea in Architettura di Agrigento.

La manifestazione - che chiude un ciclo di seminari iniziati l’ottobre scorso, con la partecipazione di Giovanni Noto, Maria Ala e degli architetti Piera Pontei ed Enza Aleo Nero - si è conclusa con la premiazione dei migliori tre progetti di riqualificazione urbana da parte del presidente dell’Ordine degli Architetti della provincia di Agrigento, Alfonso Cimino.

Il primo gruppo classificato è composto dagli allievi architetti Domenico Blando, Gabriele Giunta, Giovanni Minio, il secondo gruppo da Alessandro Tornetta e Angelo Vitello, il terzo gruppo da Verdiana Di Rosa, Marisa Piccione.

"Il messaggio che emerge dai progetti degli allievi architetti - afferma la professoressa Cilona - è l’opportunità di rivitalizzare e ripopolare il centro storico di Favara, far riacquistare identità agli spazi aperti pubblici abbandonati, trasformare le aree verdi incolte in luoghi di incontro o parchi urbani per il tempo libero, proporre nuove destinazioni d’uso per gli edifici fatiscenti, degradati, e per le aree di risulta da crolli. Uno studio che offre varie soluzioni, finalizzate a potenziare le attrezzature ed i servizi collettivi e migliorare la qualità della vita dei cittadini".

"Particolare attenzione è stata rivolta al sistema della viabilità, alla sostenibilità dei trasporti e della mobilità in genere - prosegue - attraverso il potenziamento del trasporto pubblico locale, l’uso di veicoli a basso impatto ambientale, la promozione di nuovi sistemi di mobilità e di trasporto flessibile, la diffusione dei servizi di carsharing, bike-sharing, la realizzazione di parcheggi di scambio in ambito extraurbano. In centro storico, sono indicate le zone a traffico limitato e, grazie a dei landmark, sono individuati due itinerari tematici - uno storico-culturale, l’altro enogastronomico - al fine di conoscere e apprezzare il ricco patrimonio materiale e immateriale che la città possiede. Ed ancora, il progetto prevede che alcuni edifici siano adibiti a ludoteche, attrezzature ricettive, alberghi diffusi, B&B, biblioteche, centri multimediali, oltre la riqualificazione degli spazi aperti o delle aree degradate che diventano teatro all’aperto, orti urbani, parcheggi, mercati rionali, aree gioco".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Premiati i progetti di giovani architetti per la riqualificazione urbana di Favara

AgrigentoNotizie è in caricamento