L'erosione "divora" Eraclea Minoa, vertice per rimuovere ogni rischio

Dopo l'incontro verrà effettuato un sopralluogo per stabilire come ripulire la spiaggia da tronchi, rami e detriti disseminati un po' ovunque 

Altri alberi abbattuti, danni alle strade d'ingresso in spiaggia e agli stabilimenti balneari: continua senza tregua l'erosione costiera ad Eraclea Minoa. Mentre si resta in attesa dell'avvio dei lavori del progetto anti erosione già finanziato dalla Regione e adesso in sede di valutazione dell'impatto ambientale, le mareggiate continuano a distruggere spiaggia e pineta mettendo seriamente a rischio l'economia locale in vista dell'apertura della stagione turistica.

Per oggi - secondo quanto riporta il Giornale di Sicilia - è prevista una nuova conferenza dei servizi che vedrà riuniti ancora una volta attorno a un tavolo il Demanio marittimo, il Comune, la Capitaneria di porto, il corpo forestale, i carabinieri e la polizia municipale. Dopo l'incontro è stato già programmato un sopralluogo tecnico per capire come ripulire la spiaggia da tronchi, rami e detriti disseminati un po' ovunque. 

Diversi gli interventi già realizzati nei mesi scorsi, ma alla luce di quanto successo nelle scorse settimane durante l'ultimo intervento - sequestro di 1.000 metri quadrati di area boschiva e denuncia contro ignoti per danni ambientali da parte della Procura di Agrigento - soprattutto il Comune vuole vederci chiaro per evitare di commettere errori.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La rimozione di alberi e detriti dal litorale servirà, in particolare, ad eliminare i pericoli che ancora oggi impongono il divieto di accesso in spiaggia con conseguenti ricadute negative per ristoranti e strutture ricettive del posto che danno lavoro a diverse famiglie. Restano infatti in vigore, in attesa di nuove disposizioni, diversi divieti di accesso, di transito e di sosta di persone e autoveicoli, nonché la balneazione e lo stazionamento di unità navali fino alla cessazione del pericolo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scoppia l'incendio a Giokolandia: le fiamme altissime distruggono le attrezzature del parco giochi

  • Scoppia l'incendio mentre il camion è sul viadotto, motrice invasa dalle fiamme

  • "Minacce di morte e calci nella pancia alla fidanzata incinta", la donna lo perdona e ritira la querela

  • Gruppetto di tunisini sbarca a San Leone: i migranti scappano a gambe levate

  • Tenta di bloccare tunisino in fuga da Villa Sikania e viene aggredito: poliziotto finisce in ospedale

  • Si erano perse le tracce da una settimana, la favarese Vanessa Licata è stata ritrovata

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento