menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto d'archivio

Foto d'archivio

Diga San Giovanni a Naro, via progetto per la valorizzazione turistica

Il grande invaso, per lungo tempo inibito per problemi di inquinamento delle acque, sarà dotato di strutture per consentire la pratica del canottaggio

Oltre ottocentomila euro per completare lavori fermi ormai da anni e dare ad un invaso oggi essenziale per l'agricoltura di una grossa porzione del territorio agrigenitno anche un futuro di tipo turistico.

Il Libero consorzio di Agrigento, per conto del Comune di Naro, ha infatti pubblicato gli atti per aggiudicare degli interventi sui locali per la pratica del canottaggio realizzati all'interno della diga San Giovanni. Strutture che sono rimaste incomplete almeno un decennio fa a causa dell'assenza di risorse economiche e che oggi si punta a rendere nuovamente funzionali. Gli interventi sranno soprattutto di manutenzione e completamento, con l'installazione di nuovi sistemi di illuminazione delle aree interne ed esterne e la realizzazione di alcuni lavori di muratura.

Tutto per consentire, dice il bando, il "completamento dell'impianto per la pratica del canottaggio nonché di opere complementari ed impianti connessi per la valorizzazione turistico-sportiva a carattere naturalistico dell'invaso San Giovanni sul fiume Naro".

Attività turistiche e sportive auspicabili, ma che potrebbero trovare il loro peggior nemico nelle condizioni sanitarie per così dire precarie della zona. Infatti, per lungo tempo, l'invaso è stato inibito sia per la pratica della pesca sportiva che per quella de canottaggio e, addirittura, ne era impedito l'uso dell'acqua per fini irrigui (divieto non sappiamo quanto rispettato, materialmente) per l'alto tasso di inquinamento fognario che lo caratterizzava. Una situazione che è rientrata a febbraio dello scorso anno solo in modo parziale, restituendo unicamente la possibilità dell'uso per fini irrigui.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Apre lo "Sportello di ascolto solidale": aiuterà anche le famiglie

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento