Anniversario uccisione Saetta, Cavallaro: "Indelebile nel tempo il suo ricordo"

L'associazione Strada degli Scrittori ha ricordato il giudice a trent'anni dall'efferato omicidio nel corso della cerimonia commemorativa

Un momento della cerimonia dello scorso anno

L'associazione Strada degli Scrittori ha ricordato, il giudice Antonino Saetta, alla cerimonia commemorativa a cui ha preso parte il presidente Felice Cavallaro.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Video Sergio Lari: "E' stato il primo magistrato ucciso per aver avuto il coraggio di condannare"

"Trent'anni fa - ha affermato Cavallaro - fu assassinato, assieme al figlio Stefano, Antonino Saetta, primo magistrato giudicante ucciso, in Sicilia e in Italia. L'efferato delitto di mano mafiosa fu consumato il 25 settembre 1988 lungo la stessa strada dove, due anni dopo, fu ucciso Rosario Livatino, che con identica commozione abbiamo ricordato appena quattro giorni addietro. Questa strada è la ex strada statale 640, che ha preso il nome di Strada degli Scrittori e, d'intesa con Anas, da due anni è anche la Strada della Legalità. Infatti, come in memoria del giudice Livatino, in prossimità del viadotto già noto con il nome “Giulfo” e oggi intitolato al magistrato, Anas ha voluto erigere un monumento in sua memoria. Questi luoghi della legalità e della memoria rendono indelebile nel tempo il ricordo di chi ha compiuto il proprio dovere sempre e fino in fondo, senza chiedere scorte, con la consapevolezza e l'accettazione del pericolo, e con una fede profonda nei principi fondanti del nostro ordinamento e della società civile".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente in viale Emporium, auto contro scooter: quattro feriti e un morto

  • Accusa un malore e si accascia, tragedia in città: muore un 35enne

  • La pistola illegale carica trovata nel negozio di Pelonero, tre indagati

  • Coronavirus, l'incubo non è finito: donna positiva al tampone

  • Il Coronavirus spaventa ancora, Musumeci e Razza: "Se contagi salgono si chiude"

  • Migranti si scagliano contro i carabinieri, Carmina: "Solidale con l'Arma, servono strutture adatte"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AgrigentoNotizie è in caricamento