Burgio, no alle stoviglie di plastica: la maggioranza boccia la mozione dell'opposizione

Il gruppo "Coltiviamo le Idee": "All'amministrazione interessano davvero le sorti del paese?"

La maggioranza al consiglio comunale di Burgo dice no alla mozione che prevedeva il divieto di utilizzo e distribuzione delle stoviglie di plastica. L'opposizione insorge. 

La proposta era stata formulata dal gruppo "Coltiviamo le Idee" composto da Vincenzo Galifi, Calogero Piazza e Domenico Arrigo.

"Abbiamo raccolto l'appello lanciato dal deputato regionale Michele Catanzaro - afferma il capogruppo Galifi - e presentato una mozione con l'intento di dare a Burgio una cultura rivolta alla tutela ambientale. Ma l'atteggiamento ostile della maggioranza che ha bocciato la nostra mozione con la sola intenzione di bloccare qualsiasi nostra proposta (come già accaduto altre volte) fa sorgere una legittima domanda: questa Amministrazione ha davvero a cuore Burgio?".

I consiglieri di maggioranza hanno spiegato che "la mozione era incompleta (riguardava solamente le stoviglie di plastica usate in occasione di eventi pubblici) e che è loro intenzione proporre il divieto di uso di stoviglie di plastica anche alle attività commerciali.

"Il nostro intendimento - afferma il consigliere Piazza - era quello di dare un input alla raccolta differenziata per cercare di raggiungere una percentuale sempre più alta. Ricordiamo che il comune di Burgio non rientrava tra quei comuni "ricicloni" che hanno ricevuto premialità da parte della Regione siciliana".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Tra l'altro - continua il consigliere Arrigo - allargare subito il divieto di uso e distribuzione di stoviglie diplastica alle attività commerciali comporterebbe un danno economico per le stesse che magari hanno ancora scorte di piatti, bicchieri e posate in materiale non compostabile".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sbaglia auto e forza la portiera: scoppia il caos nel parcheggio del supermercato

  • Dopo 24 giorni la magia s'è dissolta: il nuovo caso di Covid-19 a Campobello fa salire a 126 i contagiati

  • Bastonata, ceffone e pedata in pieno centro: indagine verso la svolta

  • Incidente a Broni: scontro frontale fra due auto, muore 29enne di Ravanusa

  • "Calci, pugni e coltellate a due immigrati": uno ridotto in fin di vita, arrestati 4 ragazzini

  • S'è aperto il "fronte" tunisino: aumentano gli sbarchi e ci sono tanti "indesiderati"

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento