menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"Agrigento Ricicla", rifiuti o musica? Sulla pagina Facebook spunta Frank Zappa

Dopo i primi post, risalenti ai mesi scorsi, le indicazioni fornite sono andate diminuendo progressivamente e sono comparsi link che non hanno nulla a che vedere con il tema della differenziata

Si sa, i social sono ormai a più titolo un vera integrazione della vita vissuta e, spesso, sostituiscono i mezzi di comunicazione o anche solo di promozione. Molte amministrazioni comunali, ormai, usano le proprie pagine Facebook per dare informazioni ai propri cittadini. Così, quando circa un anno fa, il Comune creò "Agrigento Ricicla" in molti si aspettavano di trovare qui, in una pagina istituzionale dedicata esclusivamente al tema, informazioni, consigli, indicazioni e assistenza in una fase di avvio del servizio di igiene ambientale che non poteva non essere critica. Così inizialmente è stato, ma la cosa è durata poco: i contenuti si sono fatti sempre più rari, poche volte venivano fornite risposte concrete alle domande e alle segnalazioni, il numero di telefono del Comune indicato nella pagina iniziava a suonare a vuoto e così in molti hanno smesso di cercare assistenza lì.

Così, vuoi una sorta di sindrome da abbandono, vuoi che qualcosa deve essere andata male nella gestione dei canali social, ma su "Agrigento Ricicla" sono iniziati a comparire contenuti poco attinenti. Passi per gli aforismi sulla lettura, o la promozione di eventi del Fai (in fondo anche differenziare bene è cultura), ma, il 3 giugno, qualcosa deve essere andato storto.

Sulla pagina, infatti, appare una nota intervista del cantante e compositore italo-americano Frank Zappa. Personaggio controverso e importantissimo della musica anni '80 che, nel video in questione, era impegnato a difendere il diritto alla libertà di espressione. Tutto seguito da un post di commento: "Non mi toccate il Genio. Grande Frank, solo in Sicilia siamo riusciti a non farlo esprimere con la tua splendida musica. Che cazzoni siamo stati". Cosa c'entri con la raccolta differenziata nessuno lo sa. Ma sono i misteri della comunicazione.

Sarebbe il caso, vista la confusione che ancora attanaglia molti agrigentini, di avviare quello che non è stato mai davvero fatto: un piano di informazione e formazione vero, che non si affidi solo ai social ma possa raggiungere tutti i cittadini, nel rispetto dei servizi che gli spettano e dell'ambiente. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento