L’acqua torna potabile a Comitini, parametri adeguati: rientra l’allarme

Il 12 ottobre era stata emessa un’ordinanza sindacale che vietava l’utilizzo per uso domestico ed igiene personale. I nuovi campioni adesso hanno dato esito positivo

L’acqua torna potabile a Comitini. Dopo l’allarme lanciato lo scorso 12 ottobre, Girgenti Acque ha effettuato delle nuove analisi e la situazione è tornata alla normalità. 

La società che gestisce il servizio idrico nella provincia di Agrigento, ha comunicato che i campioni di acqua prelevati a Comitini ora sono risultati tutti potabili. È così possibile revocare l’ordinanza sindacale che stabiliva “di utilizzare l’acqua ai soli fini non potabili e quindi per l’uso non domestico ossia non consumo, non igiene personale, non preparazione del cibo”.

Parametri non a norma, acqua non potabile

I campioni sono stati prelevati in sei punti rete: arrivo serbatoio comunale; uscita serbatoio comunale; via Roma n.21; via Roma contatore n. 36897; via Nino Bixio n.41; via Apollo n.10.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente sulla statale 115: scontro fra auto e furgone, morta una 59enne di Licata

  • Coronavirus, nuovo boom di contagi in provincia: ad Aragona muore ex sindaco, una vittima pure a S. Giovanni Gemini

  • Covid-19, il virus torna a tenere sotto scacco Canicattì: un morto e 35 nuovi positivi

  • Coronavirus, crescono i casi a Canicattì (+11), Ravanusa (+9), Campobello (+3), Racalmuto e Licata (+1): c'è anche un morto

  • Scoperto stabilimento dolciario abusivo, sequestrati generi alimentari scaduti e mal conservati: un arresto

  • Coronavirus, il bollettino dell'Asp: boom di contagiati (+110) e 9 vittime in 48 ore

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento