L'accademia delle Belle arti in Basilicata, sarà partner del progetto: "Dell’Arcerba e cruda diva"  

Il progetto è ideato e promosso dall’associazione Manthano presieduta da Antonio Fedota, Maria Sansone e Luigi Chiera, con il contributo dei docenti Antonio Di Palma e Francesco Verderosa

La scuola riconosce e usa altri strumenti per istituire percorsi didattici. Come insegnare la bellezza, l’importanza e la lettura semantica delle immagini? Attraverso la settima Arte: il cinema.

Succede in Basilicata. Il progetto voluto dal Miur e dal ministero per i Beni Culturali, si svolgerà presso il liceo artistico Carlo Levi, di Rionero in Vulture.

Fra i partner di formazione l’Accademia di Belle Arti Michelangelo di Agrigento, che dimostra ulteriormente di aprirsi al territorio e allo scambio di buone pratiche.

L’attività s’intitola …dell’Arcerba e cruda diva. Donne, Cinema, Basilicata. Ed è inscritto nelle iniziative di “Cinema per la Scuola – Buone pratiche, rassegne e festival”. La frase scelta per il titolo, un verso di Isabella Morra, introduce le finalità dell’iniziativa.

Dal racconto del territorio, all’indagine sul femminile, per spiegare un pezzo di storia, contemplare e riconoscere la bellezza di luoghi, volti e situazioni, con le immagini della cinematografia.

Il progetto verrà presentato oggi, alle 16,30, all'auditorium dell’Iis Giustino Fortunato di Vulture. Sarà presente la dirigente scolastica del Carlo Levi, Antonella Ruggeri.

Il progetto è ideato e promosso dall’associazione Manthano presieduta da Antonio Fedota, Maria Sansone e Luigi Chiera, con il contributo dei docenti Antonio Di Palma e Francesco Verderosa. Si avvale dalla fondamentale collaborazione del CineClub "Vittorio De Sica" presieduto da Armando Lostaglio.

“Siamo lieti di dare il nostro contributo. Noi crediamo nella bellezza e siamo convinti che la cinematografia sia uno dei veicoli più efficaci per scoprirla. L’arte non ha bisogno di tante spiegazioni – sostiene il direttore dell’Accademia di Belle Arti di Agrigento, Alfredo Prado – a volte basta avere l’opportunità di vederla. La visione di un film può riuscirci e favorire questo incontro". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: la Sicilia diventa zona gialla, Musumeci: "Non è un liberi tutti"

  • Incidente sulla statale 115: scontro fra auto e furgone, morta una 59enne di Licata

  • Coronavirus e zona "gialla", ecco tutte le regole in vigore da domani

  • Coronavirus, 4 morti fra Campobello, Palma e San Biagio: tornano ad aumentare i contagi

  • Coronavirus, nuovo boom di contagi in provincia: ad Aragona muore ex sindaco, una vittima pure a S. Giovanni Gemini

  • Coronavirus, crescono i casi a Canicattì (+11), Ravanusa (+9), Campobello (+3), Racalmuto e Licata (+1): c'è anche un morto

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento