Meteo, il caldo ha le ore contate: in arrivo aria fredda, piogge e forte vento

Il fronte freddo di origine atlantica lambirà la Sicilia a partire dalle province nordoccidentali, portando anche isolati fenomeni temporaleschi. Una seconda perturbazione è prevista per domenica pomeriggio

Mentre al Centro-Nord e in Campania imperversano rovesci e temporali per effetto dell’instaurazione di una profonda circolazione depressionaria alimentata da fresche e umide correnti atlantiche, in Sicilia l’evoluzione meteorologica è ancora dominata dall’afflusso di caldi e secchi venti di Libeccio, che superano localmente i 40-50 km/h. Le correnti meridionali determinano temperature massime dai connotati prettamente estivi, in un contesto ancora prevalentemente soleggiato: attualmente si registrano picchi di 33°C a Palermo e lungo la costa tirrenica messinese e fino a 34-35°C tra la Piana di Catania e le aree più interne del Siracusano.

Il caldo anomalo - dicono i meteorologici di 3b meteo - ha tuttavia le ore contate e così le condizioni di stabilità atmosferica: entro la tarda serata odierna il fronte freddo di origine atlantica lambirà la Sicilia a partire dalle province nordoccidentali, apportando le prime piogge sparse e isolati fenomeni temporaleschi, più probabili e consistenti sulle province tirreniche, un primo importante calo termico e un ulteriore rinforzo della ventilazione, che assumerà carattere di burrasca su basso Tirreno e Canale di Sicilia.

La giornata di sabato 26 trascorrerà all’insegna di sostenuti venti di Ponente, che alimenteranno mareggiate sulle coste tirreniche e lungo i litorali più esposti del Canale di Sicilia (da agitati a localmente molto agitati), condizioni di variabilità atmosferica e qualche rovescio intermittente nell’area dello Stretto di Messina, sulle Isole Eolie e, in misura più discontinua e irregolare, anche tra le province di Trapani e Palermo. L’elemento saliente della giornata sarà tuttavia rappresentato da un brusco calo delle temperature, quantificabile in 9-12 gradi in meno nel breve volgere di 24 ore.

Sospinta da un vortice di bassa pressione centrato sui mari italiani, una seconda perturbazione raggiungerà l’Isola tra il pomeriggio e le ore serali di domenica 27, apportando rovesci e temporali che localmente potrebbero anche assumere carattere di forte intensità. In questo quadro, le prime nevicate della stagione potranno interessare l’area sommitale dell’Etna.

Seguirà un avvio di settimana all’insegna di temperature affini alle medie climatiche d’inizio autunno (relativamente fresche nelle aree interne e in collina, fino ai 25-27°C lungo i tratti costieri) e contraddistinto ancora da nubi e rovesci intermittenti sulle province occidentali e lungo la fascia tirrenica. Permarranno più riparate le coste meridionali e i settori ionici dell’isola, ove troveranno spazio ampie fasi soleggiate.

(Fonte 3B meteo)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Focolaio di coronavirus in casa di riposo, oltre 50 i positivi: Campobello è a rischio "zona rossa"

  • Auto sbatte contro un cancello e si ribalta lungo la statale 122, morto il ventiseienne

  • Coronavirus, boom di contagi ad Aragona: 24 in un solo giorno e si arriva a 65 positivi, un'altra vittima a Canicattì

  • Coronavirus, i positivi continuano ad aumentare: chiuse piazze e vie e stop alle scuole

  • Incidente sulla statale 115: violento scontro frontale fra auto, due feriti in ospedale

  • Coronavirus, nel "valzer" di guarigioni e nuovi contagi c'è una nuova vittima: è un grottese

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento