Case popolari: tutte le informazioni

Le situazioni di bisogno economico ad Agrigento crescono di numero e si manifestano ormai non più solamente con la necessità di reperire beni di prima necessità o risorse economiche per sostenere il costo di bollette e tasse, ma anche con l’impossibilità di far fronte al costo di un affitto.

E’ infatti in crescita la richiesta di alloggi popolari nel capoluogo, a fronte di un’offerta pari quasi a zero, dopo anni di disinteressamento sia da parte delle amministrazioni comunali e dello stesso Iacp, che ha però adesso invertito nettamente la rotta.

Case popolari: requisiti e come fare domanda

Case popolari - Requisiti

- essere cittadini italiani o lavorare in una delle città per le quali si vuole richiedere l'agevolazione

- un numero minimo di figli

- avere un individuo invalido nel proprio nucleo familiare

- avere il permesso di soggiorno da almeno 2 anni (stranieri)

- non essere stati morosi negli ultimi 5 anni se si ha avuto già esperienza di case popolari

- non aver occupato senza titolo case popolari negli ultimi 5 anni

- avere un reddito inferiore ad € 25.000,00 (è possibile che ogni singolo Comune possa stabilire delle soglie inferiori)

Case popolari - Documenti

- documento di identità valido
- Modello ISEE compilato
- Certificato d'invalidità e relativo punteggio 

E' possibile che ogni singolo Comune possa effettuare delle richieste di integrazioni documentali ulteriori. E' possibile poter richiedere una casa popolare in qualunque momento quando si hanno i requisiti.

Questa però verrà presa in considerazione solo se è stato pubblicato dal Comune il relativo bando e quindi si entrerà in graduatoria solo dopo la pubblicazione di quest'ultimo. Di regola i bandi vengono pubblicati ogni 4 anni. 

La commissione, sulla base della documentazione, assegna ad ogni richiedente un punteggo per formare la graduatoria che successivamente viene pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale della Regione. Coloro che non hanno ottenuto la casa popolare perchè hanno un punteggio più basso restano in lista d'attesa.

Casa popolare - Obblighi dell'assegnatario

- pagare regolarmente il canone
- pagare i servizi di autogestione e gli spazi comuni
- non subaffittare l'appartamento
- alloggiare in modo stabile nella casa popolare
- non usare l'appartamento per scopi illeciti
- avere cura della propria abitazione, se necessario effettuando dei lavori di manutenzione
- non modificare i locali senza autorizzazione del Comune o dell'Ente
- non lasciare nelle stanze sostanze tossiche o pericolose
- permettere l'effettuazione dei controlli e degli interventi di manutenzione
- restituire la casa senza danni

Coloro che volessero eventualmente acquistare una casa popolare, i cui prezzi sono molto bassi, possono smettere di pagare l'affitto ed iniziare una compravendita.

Nel caso in cui dovesse venire a mancare il beneficiario della casa popolare ne potrà continuare a godere la sua famiglia. 

Ecco il link del sito dello Iacp dove trovare tutta la modulistica

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: la Sicilia diventa zona gialla, Musumeci: "Non è un liberi tutti"

  • Incidente sulla statale 115: scontro fra auto e furgone, morta una 59enne di Licata

  • Coronavirus e zona "gialla", ecco tutte le regole in vigore da domani

  • Coronavirus, nuovo boom di contagi in provincia: ad Aragona muore ex sindaco, una vittima pure a S. Giovanni Gemini

  • Coronavirus, crescono i casi a Canicattì (+11), Ravanusa (+9), Campobello (+3), Racalmuto e Licata (+1): c'è anche un morto

  • Scoperto stabilimento dolciario abusivo, sequestrati generi alimentari scaduti e mal conservati: un arresto

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento