rotate-mobile
Venerdì, 12 Agosto 2022
Green Sciacca

Riuso dei vecchi immobili, convocato un incontro con le associazioni

L'amministrazione comunale ha deciso di partecipare al bando della Regione Siciliana, con disponibilità di fondi europei nell’ambito del PO FESR 2014-2020 - Azione 9.6.6.

“Interventi di recupero funzionale e riuso di vecchi immobili di proprietà pubblica in collegamento con attività di animazione sociale e partecipazione collettiva, inclusi interventi per il riuso e la rifunzionalizzazione dei beni confiscati alle mafie”. È il bando della Regione Siciliana, con disponibilità di fondi europei nell’ambito del PO FESR 2014-2020 - Azione 9.6.6., a cui l’amministrazione comunale di Sciacca ha deciso di partecipare coinvolgendo le realtà locali: associazioni culturali, sportive e sociali, comitati di quartiere, enti, scuole, operatori interessati all’attuazione o fruizione degli interventi.
 
Il sindaco Francesca Valenti e l’assessore alle Politiche sociali Annalisa Alongi, hanno convocato un incontro il primo agosto, alle 10, alla Sala Blasco del Comune di Sciacca, per la presentazione e la condivisione delle idee progettuali. L’amministrazione comunale rivolge un invito alla partecipazione a “soggetti e organizzazioni che, istituzionalmente e non, sono interessati in attività di riduzione della marginalità sociale, e ai temi della parità di genere, disabilità e non discriminazione”.
 
Il sindaco Francesca Valenti e l’assessore Annalisa Alongi hanno anche diramato un avviso pubblico in cui, nel comunicare l’iniziativa, si esprime l’interesse dell’amministrazione comunale a partecipare all’avviso pubblico per la manifestazione di interesse bandito nei mesi scorsi dal dipartimento Famiglia della Regione Siciliana. Sono tre le azioni previste, con funzioni: sociale, sportiva e di animazione socio-culturale e partecipazione collettiva.  

 
L’amministrazione comunale, spiega nel proprio avviso, intende portare avanti le seguenti progettualità: progetti per spazi aggregativi e spazi polivalenti e per centri di mediazione ed integrazione culturale che abbiano oggetto i beni confiscati alla mafia ( immobili di via Caricatore) valutando anche le possibilità di interventi sull’immobile sito in località San Calogero; progetti per la riqualificazione di spazi aperti e del relativo arredo urbano che abbiano ad oggetto le ville di Sciacca; progetto per il recupero delle aree di proprietà pubblica relative agli impianti sportivi del quartiere Perriera ai fini della realizzazione spazi aggregativi legati alle attività di quartiere e riqualificazione di aree per attività sportive collettive; e progetti che abbiano ad oggetto la biblioteca comunale quale luogo di cultura, con previsioni di forme di fruizione innovativa e prive di barriere architettoniche ed adeguamento della struttura agli standard di sicurezza.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Riuso dei vecchi immobili, convocato un incontro con le associazioni

AgrigentoNotizie è in caricamento