rotate-mobile
Sabato, 21 Maggio 2022
Green Joppolo Giancaxio

Centro compostaggio di Joppolo, il sindaco: "La chiusura ci penalizza tanto"

Il piccolo comune è costretto a conferire a Trapani, situazione che costa circa 100 euro in più a tonnellate

La chiusura del centro di compostaggio di Joppolo tiene ancora banco nel piccolo paese della provincia e non solo: sono undici i centri che si fornivano dell’unico impianto della provincia agrigentina, oggi ancora chiuso dopo i controlli seguiti alle denunce degli abitanti dei paesi circostanti, che accusavano un forte odore. In seguito alle denunce, che hanno messo in rilievo il cattivo odore, è arrivata la decisione dei titolari di chiudere l'impianto, in maniera provvisoria.

Sul fatto si è espresso anche il primo cittadino del piccolo paese collinare, Angelo Giuseppe Portella: “La chiusura dell’impianto sicuramente ci penalizza tanto – spiega il primo cittadino – in questo momento trasportiamo i nostri rifiuti alla discarica di Trapani, una cosa che economicamente pesa non poco in quanto costa circa cento euro in più a tonnellata. Nonostante ciò bisogna che prima i problemi vengano risolti. La questione non è però chiusa del tutto, la ditta comunque risolverà i problemi e riaprirà l’impianto fornendo un servizio essenziale per i paesi dell’agrigentino, che altrimenti dovranno fare viaggi nel trapanese per poter conferire i rifiuti nel centro di compostaggio. Se per un paese come il nostro questo fatto pesa poco, per paesi più grandi certe spese influiscono tanto sul bilancio”.

Il sindaco spera comunque nella riapertura: “La raccolta differenziata sta andando bene e il centro di compostaggio a pochi passi può portare solo benefici”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Centro compostaggio di Joppolo, il sindaco: "La chiusura ci penalizza tanto"

AgrigentoNotizie è in caricamento