Si è concluso il secondo raduno d'auto d'epoca "Sciacca Terme"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di AgrigentoNotizie

Si è concluso con grande successo di partecipazione e di pubblico la seconda edizione del raduno auto d’epoca Sciacca Terme, evento organizzato sotto le insegne dello storico Fiat 500 Club Italia, che ha visto all’opera il coordinamento della cittadina termale, capitanato dal fiduciario Dario Barone.

Oltre 120 le vetture che già dalle prime ore della mattina di domenica 2 luglio si sono ritrovate nella centralissima Piazza Angelo Scandaliato, salotto e cuore pulsante della turistica Città marinara di Sciacca. Un’idea divenuta un meraviglioso progetto che si è rivelata innanzitutto un incentivo per l’economia cittadina insieme al gradito momento di relax e divertimento per grandi e piccoli accomunati dalla stessa passione per l’automobilismo storico. Grandi protagoniste sono state, come è ormai una tradizione consolidata, le mitiche Fiat 500, vettura che ha scritto la storia del marchio italiano nel mondo, ma non sono mancati nemmeno altri celebri marchi tra cui Porsche, Lancia, Alfa Romeo e ancora, provenienti da diverse province siciliane.

Una domenica di sole e motori quale occasione vera di incontro, amicizia e scambio culturale fra i tanti Club presenti, che dopo la cara accoglienza in piazza Angelo Scandaliato, con foto ai partecipanti e la rituale iscrizione che ha omaggiato colazione e consegna borsina del Fiat 500 Club Italia, la carovana vintage ha fatto respirare aria di altri tempi per le vie della incantevole Sciacca, toccando la caratteristica zona portuale prima ed il rinomato Monte Kronio dopo, dove i partecipanti hanno potuto ammirare la bellezza mozzafiato del panorama, insieme all’architettura della cinquecentesca Basilica che sull’altare maggiore custodisce la statua di San Calogero eremita.

La discesa dal Monte ha fatto ritrovare gli equipaggi per un momento conviviale presso il noto ristorante saccense Buenos Aires, dove oltre al pranzo si è consumata anche la premiazione con la consegna delle targhe ricordo ed i saluti. “Iniziative come queste – ha commentato il fiduciario del coordinamento di Sciacca Dario Barone – favoriscono la collettività e permettono al territorio di vivere. Bisogna valorizzare il più possibile progetti come questo e dal nostro punto di vista la collaborazione sarà massima. Un ringraziamento va a tutti i partecipanti, ai Club intervenuti, i ragazzi che in questi mesi si sono spesi per la buona riuscita dell’evento e, non ultimo il Comune per il patrocinio. Grazie davvero a tutti, contiamo di rivederci il prossimo anno con la terza edizione”. Sebastian Feudale

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento