Concluso il concorso "White voice", Lampedusa canta l'emozione

Si è conclusa la prima edizione di "White Voice", il concorso canoro per ragazzi, organizzato nell’ambito delle iniziative #insiemesifa13punto5 e cominciato lo scorso 28 dicembre 2015. Nel noto locale, sul corso principale dell’isola di Lampedusa, si sono alternati i sei finalisti in gara interpretando importanti successi della musica italiana e conquistando letteralmente il pubblico con la spontaneità e la limpidezza mostrata durante l’esibizione

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di AgrigentoNotizie

Si è conclusa la prima edizione di "White Voice", il concorso canoro per ragazzi, organizzato nell’ambito delle iniziative #insiemesifa13punto5 e cominciato lo scorso 28 dicembre 2015. Nel noto locale, sul corso principale  dell’isola di Lampedusa,  si sono alternati i sei finalisti in gara interpretando importanti successi della musica italiana e conquistando letteralmente il pubblico con la spontaneità e la limpidezza mostrata durante l’esibizione.

«La finalità  del concorso canoro era quella di divulgare l’espressione artistico/musicale tra i bambini - dicono gli organizzatori  - e sulla convinzione che la musica sia patrimonio universale da condividere con le nuove generazioni e rappresenti un supporto fondamentale nel processo di maturazione e affermazione della propria identità».

Difficile il compito della giuria popolare e della giuria tecnica che dopo aver ascoltato i “piccoli artisti lampedusani” hanno dovuto, attraverso la votazione, decretare solo il primo e secondo classificato (nell’ordine Umberto L. e Gianni F.) a cui sono andati rispettivamente un buono per acquisto abbigliamento e una consolle giochi, messi in parte a disposizione da alcuni esercizi commerciali, sostenitori della manifestazione canora. La serata è stata coronata dalla presentazione di coloro che nel corso delle 5 serate di "White Voice" non hanno superato il turno ma sono comunque rimasti parte integrante dello spettacolo non essendo ad ogni modo inclusi nella gara in essere.

Una grande festa in musica dedicata ai più piccoli. «La musica è l’espressione autentica di ogni emozione - continuano gli organizzatori - e siamo felici di aver trasmesso ai partecipanti il rispetto, la sana competizione e l’amicizia, essenziali valori di crescita. Adesso non ci rimane che pensare alla prossima edizione con l’auspicio di poter coinvolgere sempre più ragazzi».

I più letti
Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento