La Valle dei Templi apre le porte ai visitatori, le domeniche del Parco e la cultura: il week end

Ingresso gratuito per la prima domenica del mese, iniziative e giornate dedicate ai più piccoli

Foto archivio

Nuovo week end nell’Agrigentino. Iniziative, cultura, teatri e giornate dedicate ai più piccoli. La Valle dei Templi si gode la prima domenica del mese, rinnovando l’invito ai visitatori, con l’ingresso gratuito.

ll Parco Archeologico e Paesaggistico della Valle dei Templi, il museo Archeologico Regionale Pietro Griffo, promuovono Culture for kids. Land art nella Valle dei Templi. Percorsi creativi per bambini un innovativo progetto di educazione ambientale e culturale caratterizzato dalla realizzazione di spazi a misura di bambino. Il progetto è ideato e prodotto da CoopCulture in collaborazione con la  Scuola di Architettura dei Bambini di Farm Cultural Park di Favara (SOU), insieme per promuovere i luoghi della cultura agrigentini. I piccoli partecipanti, bambini da 8 a 11 anni, rivestiranno un ruolo da protagonisti attivi entrando in un dialogo diretto con il bene culturale e con il paesaggio che lo circonda.

La Morsa di Pirandello è il secondo spettacolo della terza stagione di teatro da camera al Circolo Emopedocleo di Agrigento. L'evento si terrà giorno 30 novembre alle  18e15. La stagione teatrale organizzata dal Circolo culturale Empedocleo di Agrigento, presidente Giuseppe Adamo e dal Pirandello stable festival di Mario Gaziano.

Quali erano i rituali celebrati e i doni offerti dagli antichi romani agli dei, nel periodo di avvento alle festività che erano in parte assimilabili al nostro Natale? Il 2 dicembre l’ ingresso gratuito alla Valle, consentirà di scoprire tutto.

L’appuntamento è al museo Archeologico Pietro Griffo alle  15.30, location voluta dal Direttore Giuseppe Parello, che intende così consentire ai piccoli di entrare in contatto con la realtà museale e avviare un percorso didattico di conoscenza del valore  del patrimonio archeologico, crescendo nella consapevolezza della ricchezza culturale propria di Agrigento.

Un ricco programma di eventi che promuove gli aspetti più autentici della tradizione culturale, religiosa e gastronomica del territorio. Al  Bio Resort Fontes Episcopi, insieme a Fabio Gulotta, verranno dedicate intere giornate ai sognatori di questa terra, ai Don Chisciotte siciliani. Conosceremo casari, fornai, macellai, pasticceri e lavoreremo insieme a loro per imparare antiche sapienze.

Tornano per il settimo anno consecutivo le Mattinate FAI d’Inverno, il grande evento nazionale del FAI – Fondo Ambiente Italiano pensato per il mondo della scuola e in particolare dedicato alle classi iscritte al FAI, nel cui ambito gli allievi delle scuole sono invitati a conoscere il patrimonio storico e artistico del loro territorio accompagnati dagli Apprendisti Ciceroni, giovani studenti appositamente preparati dai volontari FAI che operano in un dialogo continuo con i loro docenti.

È tutto pronto per la XII edizione delle Giornate Gregoriane in programma per i giorni 1 e 2 dicembre prossimi, che quest’anno tratteranno “Le forme dell’acqua”. Un week end di studio voluto dal parco archeologico e paesaggistico Valle dei templi di Agrigento.

"Esiste una ricetta d’amore per innamorarsi ed essere amati? Forse si, o forse no. Da questa domanda sembra partire l’ idea dello spettacolo: “Ricette d’amore” di Cinzia Berni, messo in scena dal 30 novembre al 2 dicembre al Teatro della Posta Vecchia di Agrigento dal Gruppo Teatrale Studio Teatro Giovane, con Elisa Capraro, Simona Carisi, Paolo Di Noto, Oriana Fabrizio, e Oriana Paolocà per la regia di Enzo Cordaro che ne è anche il produttore. L'assistente di regia è Angelita Butera le scene sono di Totò Cutaia e Enzo Adamo.

ll prossimo 2 dicembre, per ricordare la giornata Internazionale delle persone con disabilità, si svolgerà al centro commerciale “La Fornace” in collaborazione con l’Associazione Casa Famiglia Rosetta, un pomeriggio ricco di iniziative. Verranno presentati i ragazzi (Pecoraro, Miceli, Mancuso, Infurna, Duminuco, D’Andrea) che hanno concluso il “progetto d’inserimento lavorativo  e inclusione sociale” iniziato a ottobre e conclusosi a novembre, con questa iniziativa si è voluto dare un segno tangibile nell’ambito dei diritti delle persone con disabilità e promuovere la loro piena inclusione in ogni ambito della vita e  allontanare ogni forma di discriminazione.

Sabato alle 20,30, sempre al teatro San Francesco la manifestazione: “Noi c’eravamo - Le canzoni più belle degli anni 60,70, 80”  con i gruppi musicali che hanno fatto la storia della musica a Favara: "Gli Evasi", "Indaco", "Strangers", "Carpe Diem" e "I Nuovi Scorpioni". 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, 59 nuovi positivi nell'Agrigentino: ci sono anche insegnanti e studenti, è raffica di scuole chiuse

  • Regione, firmata l'ordinanza: centri commerciali e outlet chiusi la domenica pomeriggio e coprifuoco dalle 23

  • Coronavirus: "pioggia" di casi tra Agrigento, Favara, Ribera e Sciacca

  • Amministrative, Franco Miccichè il nuovo sindaco: vittoria a valanga su Firetto

  • Cosa fare se si è entrati in contatto con una persona positiva al coronavirus

  • L'ultimo bagno della stagione si trasforma in tragedia: annegato un turista 51enne

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AgrigentoNotizie è in caricamento