Treni storici del gusto, si riparte: ecco tutto il programma

  • Dove
    Indirizzo non disponibile
  • Quando
    Dal 09/06/2019 al 09/06/2019
    Orario non disponibile
  • Prezzo
    Prezzo non disponibile
  • Altre Informazioni

Il primo con il treno dei dolci e delle degustazioni partirà alle 7.53 dalla stazione di Palermo centrale. Fermate intermedie a Bagheria (8.10), Termini Imerese (8.34), Roccapalumba (9.19), Cammarata – San Giovanni Gemini (10.09), Acquaviva – Casteltermini (10.19), con arrivo ad Aragona Caldare alle 10.48.

Da questa ultima località l’itinerario prosegue in bus fino a Sutera, paese annoverato tra i Borghi più belli d’Italia. Sarà possibile visitate il Santuario di S. Paolino, il convento settecentesco dei Padri Filippini e il quartiere medievale del Rabato.

Seconda tappa dell’itinerario sarà Favara, paese dell’agrigentino con la tradizione secolare dell’Agnello pasquale, il dolce confezionato in pasta reale farcito con un ripieno di pistacchi di Raffadali, secondo una raffinata ricetta creata nel laboratorio dolciario delle suore del collegio di Maria di Favara.

La settecentesca piazza Cavour è la tappa principale di una visita dell’abitato dove si affacciano il poderoso castello Chiaramonte realizzato nel duecento da Federico II, le chiese barocche del SS. Rosario e del Purgatorio e i palazzi ottocenteschi Albergamo e Fanara.

Da un progetto di rigenerazione urbana che ha coinvolto sette piccoli cortili, promosso da Florinda Saieva originaria del paese, e dal marito Andrea Bartoli, è nata la Farm Cultural Park, parco turistico culturale divenuto in meno di dieci anni tra le più interessanti mete internazionali dell’arte.

Il secondo con il treno dei dolci e dei prodotti degli Iblei, effettuato con ALn668 in livrea storica, partirà dalla stazione di Siracusa alle 8.30 e arriverà a Cassibile alle 8.48. I passeggeri avranno l’opportunità di visitare Cassibile, nota per la sua storia e per lo splendido canyon immerso nella macchia mediterranea di Cavagrande.

Da qui un percorso nella storia con gli abitati storici di Noto antica e Avola vecchia, ora in abbandono dopo il sisma del 1693. L’ultima tappa è ad Avola, per ammirarne le forme barocche, i monumenti, le opere d’arte. Il pomeriggio è dedicato al racconto delle eccellenze enogastronomiche del territorio proposto all'interno del Museo della Mandorla e completato dal Laboratorio del Gusto, realizzato da Slow Food con confetti, biscotti, latte di mandorla e il vino dessert mandorlinero.

I biglietti per viaggiare a bordo dei due treni storici, al costo di 20 euro per gli adulti e 10 euro per i ragazzi di età inferiore ai 12 anni, si possono acquistare su tutti i canali di vendita Trenitalia. Sarà possibile acquistare i biglietti anche a bordo, senza alcuna maggiorazione di prezzo, in relazione alla disponibilità dei posti a sedere.

I treni storici del Gusto sono promossi dall'assessorato Regionale del Turismo, dello Sport e dello Spettacolo con la collaborazione della Fondazione Ferrovie dello Stato e Slow Food Sicilia, utilizzando i finanziamenti del programma operativo.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Cibo e Vino, potrebbe interessarti

I più visti

  • Teatro da camera al Circolo empedocleo, ecco la nuova stagione

    • Gratis
    • dal 15 novembre 2019 al 15 maggio 2020
    • Circolo Empedocleo Agrigento
  • "L'anima del libro. Shoah. Conoscere con l'arte", opere e testi in mostra a San Lorenzo

    • dal 27 gennaio al 30 aprile 2020
    • chiesa del Purgatorio
  • Scrittura creativa, in città un laboratorio condotto da Daniela Gambino

    • dal 21 febbraio al 31 marzo 2020
    • Vineria Perbacco
  • Appello ai donatori, l'Adas torna in piazza: ecco dove

    • solo domani
    • Gratis
    • 29 marzo 2020
    • Via Fiume
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    AgrigentoNotizie è in caricamento