menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

A "spasso" per Aragona, visita patrocinata dal Comune

L'iniziativa, essendo assolutamente gratuita e avendo una finalità espressamente promozionale, è stata infatti patrocinata dal comune di Aragona, membro del Distretto Turistico Valle dei Templi

Malgrado le avversità atmosferiche, un pubblico coinvolto e attento ha partecipato, nella giornata di ieri, 8 febbraio, alla visita di Aragona, organizzata dalle Guide Turistiche del Consorzio Valle dei Templi di Agrigento. Ai partecipanti ha voluto dare il benvenuto, nei locali della Biblioteca Comunale, personalmente il sindaco Salvatore Parello, insieme all'assessore al Turismo Giuseppe Attardo. L'iniziativa, essendo assolutamente gratuita e avendo una finalità espressamente promozionale, è stata infatti patrocinata dal comune di Aragona , membro del Distretto Turistico Valle dei Templi. 

Principale oggetto della visita è stato il seicentesco Palazzo dei Principi Naselli: guidati, da Simona Miccichè che ha diretto l'intero evento. Nel pomeriggio di ieri si sono scoperti fastosi saloni, pregevoli arredi d'epoca, suggestive scalinate, cappelle decorate da raffinati affreschi: un vero e proprio tesoro tutt'altro che nascosto, semmai soltanto sconosciuto, visto che il Palazzo è accessibile al pubblico in determinati giorni e orari.

La passeggiata verso la Chiesa Madre, attraverso vicoli e stradine, ha rivelato inaspettati riferimenti a luoghi e personaggi pirandelliani, sottolineati dal direttore della Biblioteca Nino Seviroli "Ciàula era aragonese" ha asserito con orgoglio, evidenziando come proprio il mondo aragonese delle zolfare e degli zolfatari ha avuto un ruolo determinante nelle vicende personali e nell'ispirazione dello scrittore agrigentino.

Considerato l'interesse dimostrato per l'iniziativa e il gradimento espresso dai partecipanti, nonchè la disponibilità dell'Amministrazione Comunale, le Guide Turistiche del Consorzio Valle dei Templi intendono "impegnarsi affinchè il patrimonio monumentale e culturale di Aragona, insieme alle sue tradizioni e alla sue già note peculiarità gastronomiche , possa essere conosciuto e apprezzato  da un pubblico sempre più ampio".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

8 marzo, Zambuto: "Dedicare vie e piazze a personaggi femminili"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento