Al via la sesta edizione del Lampedusa in festival

  • Dove
    Indirizzo non disponibile
    Lampedusa e Linosa
  • Quando
    Dal 25/09/2014 al 30/09/2014
    Orario non disponibile
  • Prezzo
    Gratis
  • Altre Informazioni

Compie il suo sesto anno di attività, il festival cinematografico più a sud d'Europa; il LampedusaInFestival riaprirà i battenti il giorno 25 Settembre con un programma ricco e interessante.

Il piccolo festival di comunità, migrazioni, lotte, turismo responsabile e storie di mare si inaugurera' con una serie di eventi dedicati alla memoria a PortoM con un video in ricordo di Giuseppe Basile. Lo spazio, una volta conosciuto come Museo delle Migrazioni di Lampedusa, ha acquistato nuovo forza ed energia dagli oggetti stessi che espone, in un progetto rinominato appunto PortoM, M come mare, migrazione, memoria. Gli oggetti esposti sono stati raccolti in questi anni dai membri dell'associazione Askavusa sui barconi dei migranti. Oggi questo luogo degli oggetti, di vestiti,  e di ricordi appartenuti ai migranti del Mediterraneo, recuperati tra il mare e la discarica di Lampedusa,  raccontano storie, personali e collettive, di viaggi, di sofferenze, di speranza e di migrazione. Si proettera' il video Arte e Memoria per Giuseppe Basile, del regista Andrea Bertalini, intervista unica fatta al maestro del restauro Italiano in visita a Lampedusa.

La mattina prosegue all'Ex Anagrafe con i membri del Centro Aperto Produzione Ricerca Artistica e Teatro Zembru, che ci faranno vivere un Viaggio Invisibile – Odissea Visionaria, un installazione audio-visuale o meglio, un audio libro nato dalla collaborazione tra Agostiono Aresu, Arianna Fumagalli e Daniela Diurisi. Questa installazione, aperta tutta la settimana, non sara' l'unica presente al festival. A darvi il benvenuto alla zona dell'Area Marina Protetta (AMP), ci sara' la coloratissima e musicale installazione audio-visuale Welcome to Europe, creata dal gruppo Memento Mari, e curata da Pat Lugo di IN/audibili di Bruxelles.  All'interno del padiglione dell'Amp, le tavole con disegni inediti di Francesco Piobichi che illustrano storie di migrazione e sfruttamento nelle campagne Italiane, esperienza che l'artista ha vissuto in prima persona assieme al gruppo  Brigate di Solidarieta' Attiva, di cui faceva parte.

Come ogni anno non manchera' il concerto alla Porta d'Europa, vero e proprio evento che segna l'inizio del festival cinematografico Lampedusano. Sul palco alla Porta d'Europa suoneranno Giacomo Sferlazzo, Antoine Michel, Nicola Alesini, Gianluca Greco, Damiano Della Torre, Ana Hernandez. Chiudera' la seconda parte di questa giornata d'apertura, la performance teatrale del Théâtre Senza di Parigi con la loro performance Miraculi, della regista Valentina Zagaria.

La serata continuerà e si sposterà a piazza Castello, per un altro momento dedicato alla memoria, quella storica di Lampedusa e Linosa, custodita dall'Archivio Storico Lampedusa, il quale proiettera' alcuni filmati storici su Linosa. A seguire il documentario fuori concorso del regista Antonino Maggiore Lampedusa 3 Ottobre sugli avvenimenti del 2013. Chiude la serata il concerto di Nicola Alesini. Le proiezioni in concorso cominceranno il giorno 26. Da segnalare anche le mostre itineranti Sulla stessa barca e Coelum Nostrum sulle spiagge dell'isola delle tavole di Mauro Biani e Marco Pinna.

Quest’anno il festival ha deciso di rinunciare al contributo di 4000 euro che riceveva dal Comune di Lampedusa e Linosa, e come sottolinenao gli stessi membri dell' Ass.Askavusa “considerato che non vogliamo assolutamente gravare sulle spalle degli isolani, abbiamo deciso di rifiutare il finanziamento e liberare questi quattromila euro per eventuali spese per la comunità. Abbiamo per scelta rifiutato di ricevere fondi dalla comunità europea, dai ministeri, dalla regione Sicilia e da fondazioni come quella di Soros con cui invece il comune ha stretto un accordo e da cui il festival Sabir riceve migliaia e migliaia di euro.”

Lampedusa è un isola che per la sua posizione geografica e la sua storia rappresenta un luogo unico e centrale nel Mediterraneo, uno scoglio tra Africa ed Europa che diventa un porto di salvezza per molti migranti che fuggono; perciò il tema della migrazione è al centro della vita di questo luogo e dei ragazzi dell’associazione Askavusa che da sei anni organizzano il festival con scarsi contributi pubblici ma con il supporto volontaristico di numerosi professionisti, associazioni ed organizzazioni culturali.

PROGRAMMA

PORTOM ore 10:00

 Collettivo Askavusa presenta PortoM. Presentazione della video intervista Arte e Memoria per Giuseppe Basile del regista Andrea  Bertalini; presenta Rosa Monicelli (Coll. Askavusa).

PIAZZA CASTELLO alle 10: Allestimento e installazione de La Porta della Vita. Colors Revolution e Le Città Vicine si dedicheranno alla creazione di un’installazione di un’opera d’arte che è la prosecuzione di un  percorso relazionale di scambi d’arte e pensieri, iniziato l’anno scorso con la realizzazione della mostra itinerante Lampedusa Porta della Vita. Curatrice Rossella Sferlazzo.

SPIAGGIA DELLA GUITGIA ore 15:00 - 19:00: Allestimento e installazione delle mostre itineranti Sulla stessa barca di Mauro Biani e Coelum  Nostrum di Marco Pinna.

AREA MARINA PROTETTA ore 17: Installazione audio-visuale permanente Viaggio Invisibile - Odissea Visionaria a cura di  C.A.P.R.A. (Centro Aperto Produzione Ricerca Artistica) e TEATRO ZEMRUDE con Agostino Aresu, Arianna Fumagalli e Daniela Diurisi. Aperta tutti i giorni dal 25 al 30 settembre dalle 10,alle 12:00 e dalle 15:00 alle 22:00. A seguire, installazione audio-visuale permanente Welcome to Europe / REwind di Memento Mari. Curatrice: Pat Lugo, IN/audible, Bruxelles.

PORTA D’EUROPA 18: Apertura della VI Edizione del LampedusaInFestival con corcerti di Alessio Greco, Giacomo Sferlazzo, Antoine Michel, Mary Di Malta, Nicola Alesini. Il gruppo Theatre Senza presenta la sua performance artistica Lampedusa.

PIAZZA CASTELLO 21: presentazione della mostra fotografica a cura dell’Archivio Storico Lampedusa. A seguire, proiezione di due filmati d’epoca (10’) dedicati alle Isole Pelagie.  Proiezione film fuori concorso Lampedusa 3 ottobre di Antonino Maggiore (LiberaEspressione)  e incontro con il regista.

ISOLA DEI CONIGLI ore 9:30 - 13: allestimento e installazione delle mostre itineranti Sulla stessa barca di Mauro Biani e Coelum 

Nostrum di Marco Pinna. Presenta il curatore Gianpiero Caldarella (Coll. Askavusa).

ISOLA DEI CONIGLI 10:presentazione del libro La Strada di Ilaria di Francesco Cavalli. Presente l’autore, accompagnato nella discussione da Chiara Sasso (Re.Co.Sol.).

AREA MARINA PROTETTA ore 10:proiezione del documentario Contro Corrente di Nathalie Loubeyre (Boats4People). Presenta la proiezione Nicanor Haon di Boats4People.

AREA MARINA PROTETTA ore 17:“Imperialismo e Militarizzazione”, un incontro con Elio Teresi (NoMuos), Giulio Palermo 

(scrittore) e Fulvio Grimaldi (giornalista).

PIAZZA CASTELLO ore 21:Proiezione film in concorso.
PIAZZA CASTELLO ore 22:Proiezione del documentario (fuori concorso) Fronte Italia - Partigiani del 2000 - Dai No Tav ai 
No Muos, tutti i no della resistenza di Fulvio Grimaldi. A seguire, incontro con il regista.
PIAZZA CASTELLO ore 23:Musica dal Senegal con il concerto dei Super Griot.
Chiusura giornata a fine spettacoli

 27 settembre (sabato)

AREA MARINA PROTETTA ore 10:00 - 12:Proiezione film in concorso.

SPIAGGIA DI CALA SPUGNE (SPONZE) ore 15:00 - 19: Allestimento e installazione delle mostre itineranti Sulla stessa barca di Mauro Biani e Coelum 

Nostrum di Marco Pinna.

AREA MARINA PROTETTA ore 17. Pratiche politiche di lotte, militanza e relazioni nei territori: esperienze di donne, intervengono: 
Rossella Sferlazzo (Mamme di Lampedusa per la scuola), Anna Di Salvo (Rete delle Città Vicine), Marzia Trovato (Coll. Askavusa). Proiezione del documentario Orizzonti mediterranei - Storie di  migrazioni e di violenza delle registe Pina Mandolfo e Maria Grazia Lo Cicero, presenti al dibattito.

PIAZZA CASTELLO ore 20:30: proiezione di Va’ Pensiero - Storie migranti di Dagmawi Yimer e incontro con il regista. PIAZZA CASTELLO 22:30: proiezione film in concorso.

Chiusura giornata a fine spettacoli 28 settembre (domenica)

AREA MARINA PROTETTA alle 10: Cecilia Strada e Maso Notarianni in un dibattito sulla militarizzazione. SPIAGGIA DI CALA MALUK ore 15:00 - 19, allestimento e installazione delle mostre itineranti Sulla stessa barca di Mauro Biani e Coelum 

Nostrum di Marco Pinna.

AREA MARINA PROTETTA alle 17

Incontro Migranti: Altre economie possibili. Proiezione del documentario Fuori dal Ghetto. Incontro con Papa Latyr Faye e Giuseppe Pugliese (SOS Rosarno) e con il regista del documentario Duccio Facchini. A seguire, presentazione del libro Castel Vorturno: Reportage sulla mafia africana di Segio Nazzaro.

PIAZZA CASTELLO ore 21. Proiezione film in concorso. PIAZZA CASTELLO alle 21. Proiezione del documentario Lavoro e immigrazione di Mimmo Autolitano. Lettura di testi di Marc Porcu e Salvatore Latona, improvvisazione musicale di Dimitri Porcu e Giacomo Sferlazzo.

Chiusura giornata a fine spettacoli, 29 settembre (lunedì). 

AREA MARINA PROTETTA ore 11:30: presentazione del libro Xenophobie Business di Claire Rodier (Migreurop).SPIAGGIA DI CALA FRANCESE  ore 15:00 - 19: allestimento e installazione delle mostre itineranti Sulla stessa barca di Mauro Biani e Coelum 

Nostrum di Marco Pinna. AREA MARINA PROTETTA ore 17: turismo, Migrazioni, Territori Militarizzati. Dalla Palestina al Kosovo, passando per Lampedusa. Incontro con Francesco Vietti (antropologo e membro della cooperativa e tour operator Viaggi Solidali Onlus) e Chiara Brambilla (antropologa).


AREA MARINA PROTETTA alle 18:30 Accoglienza? Incontro con Davide Cadeddu (autore del libro CIE e complicità delle organizzazioni umanitarie, Sensibili alle Foglie), Domenico Lucano (Sindaco di Riace) e Chiara Sasso (Re.Co.Sol.). PIAZZA BRIGNONE ore 19:30: rinfresco a base di pesce offerto dai pescatori dell’isola.

PIAZZA CASTELLO ore 21:proiezione film in concorso.PIAZZA CASTELLO ore 22:30:Concerto-performance Welcome to Europe di Memento Mari Quartet: Christian Vasseur, Guy Strale, Marco Loprieno, Pat Lugo. A seguire, workshop teatrale di Natalie Yalon con attori locali. Chiusura giornata a fine spettacoli.  30 settembre (martedì)

AREA MARINA PROTETTA alle 10: Lo stato della Pesca nel Mediterraneo nell’Europa che sarà, un incontro con Giacomo Orsini  e alcuni pescatori lampedusani. Proiezioni dei documentari di Vittorio De Seta Lu tempu di li pisci  spada (9’45’’, 1954), Contadini del mare (9’, 1955) e Pescherecci (9’42’’, 1958) e di Francesco Cabras e Alberto Molinari Piccole aragoste crescono (29’).

CALA DI MARE MORTO ore 15:00 - 19, allestimento e installazione delle mostre itineranti Sulla stessa barca di Mauro Biani e Coelum 

Nostrum di Marco Pinna. AREA MARINA PROTETTA ore 16:30: esperienze di Resistenza in Europa, un incontro con Asuquo Okou Udo e Hannimari Jokinen  (Lampedusa in Amburgo), Sadou Bah (Scuola autonoma di Zurigo) e Associazione Cucula. In chiusura, proiezione video fuori concorso di Francesca Cogni 21.7.13, l’isola/appunti di resistenza n.2 (10’, 2014).

PIAZZA CASTELLO ore 21, proiezione film vincitori del concorso e lettura delle motivazioni. PIAZZA CASTELLO ore 22, presentazione del progetto Nella Pancia della Balena di Jacopo Andreini e Giacomo Sferlazzo e distribuzione dei CD del progetto. A seguire, concerto di Achref Chaourgi Trio. Dalle 24, festa finale con Dj FdM. (Il luogo verrà comunicato dagli organizzatori durante gli eventi).

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di , potrebbe interessarti

I più visti

  • Nel ricordo di Stefano Pompeo, l'istituto "Guarino" non dimentica il giovane favarese: il programma

    • solo oggi
    • Gratis
    • 7 maggio 2021
    • Istituto Gaetano Guarino
  • Incendi dolosi in tutta la Sicilia, l'Agrigentino si mobilita con un flash mon: "Famu scrusciu"

    • solo oggi
    • 7 maggio 2021
  • Potrebbe interessarti
    Torna su
    AgrigentoNotizie è in caricamento