menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Da Guccione a Sarnari e Simeti, ad Agrigento cento opere all'asta per le "Fam"

Artisti siciliani e di altre regioni italiane, donano le loro opere per sostenere il progetto...

Da Piero Guccione a Franco Sarnari, da Paolo Scirpa a Michele Canzoneri, Turi Simeti e decine di altri artisti italiani. Dall'Ottocento al Contemporaneo, sono un centinaio le opere d'arte donate da artisti e da collezionisti che sabato 17 dicembre ad Agrigento (Hotel della Valle, ore 18) saranno messe all'asta al miglior offerente con l'obiettivo di raccogliere fondi da destinare all'attività delle Fabbriche Chiaramontane, lo spazio espositivo ristrutturato dall'Associazione degli Amici della Pittura Siciliana dell'Ottocento, presieduta da Antonino Pusateri, che in dieci anni di attività ha codificato e catalogato quasi duecento anni di arte in Sicilia. Un grande progetto culturale articolato in mostre di altissimo profilo, incontri letterari, dibattiti, ricerche e lezioni "dal vivo" di storia dell'arte che hanno consentito di indagare inmaniera approfondita e straordinaria per gli studenti che hanno potuto ammirare le opere da vicino    artisti e periodi storici con il contributo critico di studiosi di tutta Italia sollecitati a leggere - a volte persino a rileggere e rivalutare - il contributo degli artisti siciliani nel linguaggio internazionale dell'arte.

Fra gli autori dell'asta delle Fam figurano, oltre agli artisti già citati, anche Leto, Bramante, Pinelli, Anastasio, Leone, Pitrone, Sucato, Provenzano, Zambuto, Fasulo, Barna, Nucci, Mangione, Butera, Sclafani, Bruccoleri e molti altri ancora.

Continua intanto alle Fabbriche Chiaramontane, in piazza San Francesco ad Agrigento, fino al 12 febbraio 2012, "Michele Cossyro. Extràhere. Opere 1973/2011", mostra dedicata al pittore e scultore originario di Pantelleria. La curatela è del critico d'arte Gabriele Perretta, il coordinatore è EzioPagano, direttore del Museum di Bagheria, l'Osservatorio dell'Arte Contemporanea in Sicilia che affianca in questa occasione le Fabbriche. Sessantuno opere, e fra queste molte "pittosculture" tracciate sui muri - dove forma e colore suggeriscono e rinnovano emozioni e suggestioni - che negli spazi delle Fabbriche Chiaramontane di Agrigento sembrano dar vita a una unica grande installazione che celebra e sintetizza quarant'anni di ricerca. Alla mostra "Extràhere" è dedicato il catalogo pubblicato da Silvana Editoriale che, oltre al testo critico di Perretta, raccoglie una ricca antologia fra cui spiccano gli interventi di Palma Bucarelli, storica direttrice per trent'anni della Galleria Nazionale d'Arte Moderna di Roma, del grande poeta critico Emilio Villa e ancora di Bovi, Bussagli, Caramel, De Benedetti, Ferri, Marino, Marziano, Menna, Moretti, Palazzoli, Rea,Terenzi, Troisi. Media partner della mostra Class Editori Milano. "Extràhere" sarà visitabile dal martedì alla domenica (10-13 e 16-20). Chiusa i lunedì e nei rossi di calendario. Info: 0922.277.29. L'ingresso è libero.


Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento