menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"Wella trend vision", in concorso lo stylist favarese Castellana

L'evento prenderà il via nel week end di ottobre. Il 18 e il 19 gli artisti delle forbici si danno appuntamento a Milano, nel "Wella studio" di piazzale Loreto. Tra i "candidati" anche il giovane siciliano

Stravaganti, ambiziosi e "folli": i migliori stylist si preparano al concorso di Wella, che prenderà il via nel week end di ottobre. Il 18 e il 19 gli artisti delle forbici si danno appuntamento a Milano, nel "Wella studio" di piazzale Loreto. Tra i "candidati" anche il favarese Calogero Castellana, unico della provincia in concorso. Abbiamo intervistato il giovane a pochi giorni dall'evento.

- Un "concorso" prestigioso, quanto è importante per te parteciparvi?

"Ho sempre pensato che nella vita potersi confrontare con le persone e far conoscere i propri punti di vista sia importante per una sana crescita personale e professionale. Tuttavia, in una competizione, prestigiosa o meno che sia, si ha la possibilità di esprimere al massimo le proprie capacità, affiancati da una grande fortuna: quella di poterle 'condividere' con gli altri".

- Sei pronto a competere con gli stylist più importanti?

"Quando partecipo a manifestazioni del genere so di trovarmi a contatto con persone stupende. E' bello vedere altri giovani come me, ritrovarsi nella stessa situazione e poterne conoscere la singola storia. A quel punto si è pronti a caricarsi sulle spalle il proprio bagaglio di esperienza e percorrere insieme la strada che ci porterà alla finale".

- Tecnica e creatività, da cosa ti farai ispirare per spiazzare giudici e concorrenti?

"Ho lavorato ormai per troppo tempo a questo progetto cercando di curare tutto nei minimi particolari, coinvolgendo persone e mi aiutassero a rendere 'concreta' la mia ispirazione, mi ritagliavo quelle poche ore di sonno per rifinire il mio lavoro e finalmente ci sono arrivato. Per la finale cercherò di divertirmi al massimo.Mi lascerò emozionare ma in ogni caso c'è la metterò tutta.Se qualcuno dovrà giudicare spero prenda una giusta decisione".

- Sei l'unico agrigentino che partecipa al concorso, cosa pensi possa regalarti questa esperienza?

"Spero che questa mia esperienza faccia da motrice a tanti altri giovani. Far capire loro che non c'è cosa più bella di credere nei propri sogni, trasformarli in obiettivi, portarli avanti con umiltà ed ambizione e condividerli con gli altri".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La provincia sempre più digitale, rilasciate 100 mila identità Spid

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento