Primo maggio a Raffadali con i Nomadi

Il concerto di Raffadali sarà la prima occasione per i numerosissimi fan siciliani per ascoltare il gruppo nella nuova formazione. Infatti questa sarà la sola data prevista per questa primavera sull'isola

Cristiano Turato

Sarà lo storico e famosissimo gruppo de "I Nomadi" ad animare il tradizionale appuntamento canoro del Primo Maggio a Raffadali: un evento davvero fuori dal comune, I Nomadi, sono uno dei gruppi musicali più famosi e amati dal pubblico di ogni generazione.

Si tratta del gruppo musicale più longevo della musica leggera italiana, I Nomadi, infatti, operano sulla scena musicale da quasi cinquanta anni, essendo stati fondati nel lontano 1963. Del nucleo dei fondatori l'unico rimasto nel gruppo è Beppe Carletti, il tastierista che ne è anche il leader riconosciuto fin dalla fondazione. Il gruppo ha interpretato l'anima più progressista e solidale della musica leggera italiana, con un repertorio vastissimo di canzoni conosciutissime dalle gucciniane "Dio è morto" o "Il vecchio e il bambino" fino alle storiche "Io Vagabondo" e "Crescerai" alle recentissime "Dove si va", con cui hanno partecipato al Festival di Sanremo, e "Lo specchio ti riflette".

Una carriera musicale infinita, con centinaia di brani dalle svariate musicalità, tradizionali e sperimentali. Anche i testi dei Nomadi costituiscono una parte importante della cultura italiana di questi decenni, tanto è vero che il gruppo ha incontrato alcuni dei principali protagonisti della storia recente: il Dalai Lama, Giovanni Paolo II, Yasser Arafat, M. Sabbat, Patriarca di Gerusalemme, Fidel Castro.

I Nomadi hanno anche subito diverse tragedie, dalla morte del bassista Dante Pergreffi in un crudele incidente stradale nel 1992, fino alla morte, per un male incurabile, del cantante, dalla inconfondibile voce, Augusto Daolio, avvenuta nello stesso anno. Da allora i Nomadi hanno avuto come cantante Danilo Sacco che però, a causa di varie vicissitudini, tra cui una grave malattia cardiaca, si è allontanato dal gruppo, sostituito da pochi mesi da un nuovo cantante, Cristiano Turato, che ha arricchito le vocalità del gruppo con toni rock che riportano il gruppo ad alcune delle musicalità originarie.

Il concerto di Raffadali sarà la prima occasione per i numerosissimi fan siciliani per ascoltare il gruppo nella nuova formazione. Infatti questa sarà la sola data prevista per questa primavera sull'isola. Si presume, pertanto, che le migliaia di ammiratori siciliani della band emiliana si riverseranno nella cittadina agrigentina per applaudire il nuovo interprete delle canzoni più amate. In previsione del massiccio afflusso di gente, l'amministrazione comunale sta approntando un piano generale per cercare di ridurre al minimo i disagi e favorire l'arrivo dei tanti ospiti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Aggredita e derubata da tre minori", 50enne lotta tra la vita e la morte

  • L'asfalto cede ed il camion sprofonda, paura al Villaggio Mosè: intervengono i vigili del fuoco

  • "Sporcaccione, non si buttano qui i rifiuti": scoppia la lite fra due uomini e accorre la polizia

  • Forti raffiche di vento e temporali, la Protezione civile dirama allerta "gialla"

  • Trova portafogli e lo porta in Questura, 70enne non sapeva d'averlo perso: rintracciato

  • Il riscatto e la rinascita, Andrea Mendola: "Non vedevo futuro adesso tutto è cambiato"

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento