menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il chiostro del Convento francescano di Favara

Il chiostro del Convento francescano di Favara

Favara, la rassegna "I 7 io" entra nel vivo

La rassegna ha esordito con un film del 1997 a cura di Roberta Torre dal titolo "Tano da Morire". Il film racconta la storia di Tano Guarrasi, boss palermitano di quartiere ucciso nel 1988 da un sicario dei corleonesi

E’ iniziata domenica sera presso il chiostro del Convento francescano di Favara la terza edizione della rassegna cinematografica denominata "I 7 Io – la Sicilia al cinema". La rassegna ha esordito con un film del 1997 a cura di Roberta Torre dal titolo "Tano da Morire". Il film racconta la storia di Tano Guarrasi, boss palermitano di quartiere ucciso nel 1988 da un sicario dei corleonesi, e delle sue quattro sorelle zitelle. Il film condanna la mafia "seppellendola" sotto una grassa risata che ha molto divertito gli spettatori presenti. 

 
La proiezione della pellicola è stata preceduta da un aperitivo realizzato con i prodotti del presidio Slow Food Agrigento e del Consorzio Isola Bio Sicilia, Il pubblico durante la proiezioneaccompagnati dal vino delle Cantine Firriato e da una breve introduzione tenuta dal direttore artistico della rassegna Beniamino Biondi. 
 
Particolarmente applaudito è stato il saluto del presidente dell’associazione Nicodemo, Annalisa Agrò.
 
 
(pqc)
Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

"Belt and Road Exibition 2021”, Agrigento presente alla fiera on line

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento