rotate-mobile
Economia Porto Empedocle

"Via della seta", i cinesi interessati anche all'Agrigentino: un dossier su Porto Empedocle

Dovrebbe essere fatto un terminal per le forniture del gas naturale liquefatto

La delegazione tecnica cinese, al seguito del presidente Xi Jinping, ha preso in consegna dei dossier su dei porti siciliani. E fra i porti, che fanno parte di questi dossier, ci sarebbe anche quello di Porto Empedocle. Gli interessi degli investimenti cinesi ricadrebbero sul terminal crociere del porto di Palermo e nello scalo navale di Porto Empedocle dovrebbe essere fatto un terminal per le forniture del gas naturale liquefatto. Lo riporta oggi il quotidiano La Sicilia. Il progetto della "Via della seta" passerà - o almeno così dovrebbe essere - anche da Porto Empedocle. Perché la Cina in Sicilia viene soltanto per fare businnes. 

"Gli accordi che abbiamo firmato a Roma - ha spiegato il sottosegretario all'Internazionalizzazione: il palermitano Michele Geraci - per la Sicilia riguardano le infrastrutture per il trasporto delle merci e i flussi turistici. Quanto alle infrastrutture, i cinesi diffidano dalla burocrazia isolana. Sanno che qui si complica tutto per cui di base preferiscono agganciarsi a strutture esistenti, funzionali e moderne".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Via della seta", i cinesi interessati anche all'Agrigentino: un dossier su Porto Empedocle

AgrigentoNotizie è in caricamento