Una filera del turismo utile alla città, nasce: "Agrigento c'è"

Farruggia: "Siamo consapevoli che c’è ancora molto da fare, in termini di azione, di spinta e di interlocuzioni con le Istituzioni, affinché il turismo diventi forza trainante dell’intera economia agrigentina"

Dopo due mesi di incontri e dibattiti, questa mattina, è stata presentata l'istanza pe fare nascere la filera turistica "Agrigento c'è". Diverse le figure di spicco che hanno aderito, tra questi il sindaco di Agrigento, Calogero Firetto e l'ente Parco. Presenti anche le associazioni del settore. 

Ad avere consegnato all’ufficio protocollo del Comune della città, nella tarda mattinata, con tutta la documentazione per richiedere un sostegno economico affinché tale progetto abbia avvio, il presidente del Consorzio turistico Valle dei Templi Emanuele Farruggia che ha dichiarato.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Siamo consapevoli - dice Farruggia -  che c’è ancora molto da fare, in termini di azione, di spinta e di interlocuzioni con le Istituzioni, affinché il turismo diventi forza trainante dell’intera economia agrigentina. Ma oggi il problema è ripartire. La quarantena e l’impossibilità di accoglienza e tutta la regolamentazione che ne consegue hanno messo a dura prova ogni tipo di attività. Siamo fermamente convinti che unendo competenze e serietà, uniti potremmo rilanciare il settore e creare nuovamente economia: è una missione che siamo pronti ad affrontare!Anzi, è una scommessa che ci dà stimoli ed energie da profondere da qui al prossimo anno. È evidente che il prodotto turistico non è solo la destinazione, ma nasce da un insieme di caratteristiche geografiche, culturali, storiche e infrastrutturali che lo riescono a definire, identificare e rendere fruibile.
Agrigento c’è” investe sul capitale umano e professionale, che opererà per stimolare la domanda turistica attraverso il rilancio della destinazione Agrigento. La filiera rappresenta altresì un’importante garanzia - aggiunge Farruggia -  per il turista, di una offerta esclusiva, di qualità e nel rispetto delle regole di sicurezza igienico sanitarie vigenti. Se pur molte attività stentano a ripartire e nonostante la crisi economica e finanziaria portata dalla pandemia, si registra un interesse per lo svago e i viaggi, nel breve e nel lungo periodo l’offerta “Agrigento c’è” diverrà non solo un propulsore di innovazione e di sviluppo, ma anche un ammortizzatore economico-sociale". Ecco la lista compleata dei soggetti pronti a collaborare: egione Siciliana
Comune di Agrigento Sindaco Calogero Firetto, Ente Parco Valle dei Templi con il direttore Roberto Sciarratta, Consorzio Turistico Valle dei Templi, Assoturismo nazionale e Confesercenti Sicilia, Confcommercio Agrigento e Federalberghi Agrigento
CNA Agrigento, Assohotel Agrigento, Distretto Turistico Valle dei Templi, Abba associazione b&b, Agrigento Extra. Tante case tante idee, I ristoratori del territorio, Guide turistiche della Città di Agrigento, T.O. team Tour Operators altri partner, Croce Rossa Italiana comitato Agrigento con Enzo Vita,  Mudia Don Giuseppe Pontillo Accademia Belle Arti Michelangelo di Agrigento, Trenitalia. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dopo 24 giorni la magia s'è dissolta: il nuovo caso di Covid-19 a Campobello fa salire a 126 i contagiati

  • Bastonata, ceffone e pedata in pieno centro: indagine verso la svolta

  • "La cultura riparte", riapre la Valle dei Templi: ingresso gratis per tutti

  • Incidente a Broni: scontro frontale fra due auto, muore 29enne di Ravanusa

  • "Calci, pugni e coltellate a due immigrati": uno ridotto in fin di vita, arrestati 4 ragazzini

  • S'è aperto il "fronte" tunisino: aumentano gli sbarchi e ci sono tanti "indesiderati"

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento