menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
(foto ARCHIVIO)

(foto ARCHIVIO)

Tari sempre più cara per i commercianti: ecco il report di Confcommercio

Lo studio, realizzato su base nazionale, ribadisce come Agrigento sia uno dei capoluoghi con il maggior costo per le utenze non domestiche

Le aziende e le imprese agrigentine sempre più "appesantite" dal costo della Tari. A ribadirlo è il lavoro condotto dall'osservatorio Tasse locali di Confcommercio che sta confermando la progressiva crescita della tassa sui rifiuti per il capoluogo "nonostante una significativa riduzione nella produzione dei rifiuti stessi".

La Tari? Una zavorra per chi fa impresa: ecco lo studio di Confcommercio

Nello studio, dicono ancora dall'associazione, "viene evidenziato il divario tra medesime categorie economiche, sempre a parità di condizioni e nella stessa provincia. In particolare si evidenzia come le categorie bar ristoranti, fruttivendoli, autofficine siano quelle più sofferenti. Dall’elaborazione dei dati - continuano - risulta evidente come la spesa pro capite della nostra città sia la più alta di tutti gli altri capoluoghi siciliani con oltre 260 euro. Dati preoccupanti considerato che il 2018 avrebbe dovuto rappresentare una svolta". 

“Servono azioni concrete affinché venga limitata la libertà fino ad ora concessa, di poter determinare il costo dei piani finanziari dei Comuni - – dichiara Francesco Picarella Presidente Confcommercio – includendo voci di costo improprie, come ad esempio quello del personale in forza all’ufficio tecnico”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Salute

Coronavirus: è arrivato lo spray nasale che aiuta a proteggersi

Attualità

Un aiuto per i più deboli: la Brigata “Aosta” dona beni di prima necessità

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento