rotate-mobile
Economia

Aumenti in busta paga e pensioni più "ricche": la sorpresa di Natale della manovra

Entro dicembre il Parlamento è chiamato ad approvare la legge di bilancio e decidere come usare la dote di 8 miliardi stanziata dal governo. Sul piatto il taglio delle tasse per 7 milioni di Italiani e la rivalutazione di 22 milioni di assegni previdenziali

In ballo 8 miliardi: questo il peso del Fondo Fiscale stanziato per la Manovra 2022 e sarà il Parlamento a decidere come spendere la dote. L'ipotesi è che possano essere usati per ridurre il peso dell'Irpef. Oppure, ed è una ipotesi che scontenta i sindacati, potranno essere impegnati per alleggerire il peso dell'Irap. 

In vista dell'inizio della discussione sulla legge di Bilancio per il 2022, l'Ufficio studi della Cgia "non ha dubbi: la riduzione deve interessare l'Irpef e non l'Irap". "Il taglio dell'Irpef, infatti, eleverebbe le buste paga e le pensioni degli italiani, favorirebbe i consumi e, molto probabilmente, contribuirebbe ad aumentare il fatturato degli artigiani e dei piccoli commercianti che vivono quasi esclusivamente di domanda interna" sottolinea la Cgia. "Destinare il taglio solo all'Irap, invece, premierebbe le grandi imprese, visto che negli ultimi anni alle piccole e alle micro aziende il peso dell'imposta regionale sulle attività produttive è stato alleggerito significativamente" aggiungono. 

Dello stesso parere i sindacati oggi in piazza per chiedere al governo modifiche alla Legge di Bilancio. Landini e Sbarra, segretari generali di Cgil e Cisl, sollecitano l'esecutivo affinchè tutte le risorse appostate per ridurre le tasse servano a ridurre l'Irpef a vantaggio di lavoratori dipendenti e pensionati. "È il momento di fare questa scelta vista la crescita dei prezzi e l'abbassamento di pensioni e salari in questi anni", dice il segretario della Cgil Landini.

"Bisogna concentrare tutti gli 8 miliardi del Fondo Fiscale per abbattere il cuneo fiscale e le prime aliquote Irpef" rincara il segretario generale della Cisl Luigi Sbarra. Obiettivo sostenere quei ceti medi e popolari che contribuiscono per l'85 per cento alle entrate dell'erario. "E che oggi rischiano di finire nella doppia morsa del inflazione e del potere d'acquisto in picchiata. Bisogna sostenere le famiglie" spiega Sbarra.

Come cambiano le tasse con la manovra

Sulla scrivania del ministro dell’Economia Daniele Franco il piano è tuttavia delineato secondo uno schema sei miliardi per i lavoratori e due per le imprese.

  • un taglio dell’Irpef per lo scaglione del 38% per i redditi da 28 a 55 mila euro, che porterebbe ad aumenti tra i 300 e i 400 euro in usta paga per 7 milioni di italiani;
  • la revisione delle detrazioni fiscali;
  •  l'esonero dell’Imposta Regionale sulle Attività Produttive alle piccole e medie imprese.

Il taglio delle tasse dal 1° gennaio 2022: chi ci guadagnerà

Pensioni più alte?

L’intervento sulle aliquote avvantaggerebbe anche le pensioni con una minor tassazione. In ballo anche l’adeguamento di 22 milioni di assegni previdenziali all’inflazione: la cosiddetta perequazione che dovrebbe portare fino a 126 euro in più l’anno nelle tasche dei pensionati. Un impegno da almeno 4 miliardi che il governo dovrà corrispondere visto che l'ultimo adeguamento varato dal governo Conte scade alla fine di quest'anno e che l'aggiornamento del documento di economia e finanza prevede un salto del tasso del costo della vita nel 2021 pari a 1,5% e l’ultimo dato di agosto era al +2,1%. 

Ma il tavolo delle pensioni è una riforma ben più ampia: se il 2022 sarà un anno dedicato al confronto sul futuro del sistema contributivo, è certo che sarà utilizzata una soluzione ponte - quota 102 per consentire l'uscita dal mondo del lavoro a chi ha 63 anni di anzianità e 39 di contributi, mantenendo per alcune categorie impegnate in lavori gravosi la possibilità di accedere all'anticipo pensionistico. 

(fonte: Today)

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Aumenti in busta paga e pensioni più "ricche": la sorpresa di Natale della manovra

AgrigentoNotizie è in caricamento