Sviluppo del patrimonio culturale, c'è il via libera dell'Unione Europea: in arrivo i fondi

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di AgrigentoNotizie

Nel prossimo bilancio dell’Unione Europea 2021-2027 saranno destinate risorse alle città e alle regioni per la gestione, la fruizione e lo sviluppo del patrimonio culturale. Lo ha stabilito all'unanimità a Bruxelles la prima plenaria del Comitato delle Regioni. Lo si deve anche ad Agrigento, scelta come sede di lavoro, il 6 aprile 2019, perché ritenuta un simbolo per tante città, in quanto ha dimostrato come sia possibile indirizzare la crescita di un territorio attraverso la cultura e la rete con il terzo settore. Il parere di cui è stato relatore Enzo Bianco, presidente del Consiglio nazionale dell’Anci, è stato approvato ieri,12 febbraio. A dare l'ok 329 membri del Comitato di tutti i 27 Stati membri dell’UE. Nel documento sottoscritto ad Agrigento, poi condiviso da 20 presidenti di Regione e oltre 800 sindaci di ogni parte politica, i beni culturali sono visti come fattore di crescita. Dall’Europa potranno essere indirizzate risorse per iniziative di promozione dei territori, in particolare dal punto di vista turistico

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AgrigentoNotizie è in caricamento