rotate-mobile
Domenica, 5 Febbraio 2023
Il punto

In provincia è "febbre da bollo": quadruplicati i pagamenti, ma solo grazie alla sanatoria

Per aderire c'è tempo solo fino al prossimo 30 novembre, ecco tutti i casi in cui è possibile applicarlo

In provincia di Agrigento è una vera e propria "febbre da bollo auto". Sono tanti, tantissimi, i cittadini che in queste settimane si stanno affrettando a pagare la tassa di proprietà sulle autovetture non versata magari negli anni precedenti.

Non un improvviso aumento del senso civico, ma piuttosto l'intenzione di sfruttare uno "spiraglio" creato dal Governo regionale: in Sicilia, infatti, c’è tempo fino al prossimo 30 novembre per pagare gli arretrati del bollo auto senza sanzioni o interessi. 

Uno "straccia bollo" che piace molto anche agli agrigentini, come ci confermano dall'Aci, l'Automobil club Italia di Agrigento, che consente appunto il pagamento della tassa. Rispetto all'anno scorso, quando pure era stata creata una finestra per pagare la tassa arretrata, l'aumento registrato dagli uffici di Aci è di oltre il 300%, dato che è ovviamente calcolato per difetto, considerato che ci saranno anche tanti automobilisti che saldano il dovuto anche presso le agenzie di disbrigo pratiche automobilistiche. 

Ma l'evasione è davvero così elevata?

"Sicuramente - spiega il presidente di Aci Agrigento, Salvatore Bellanca - è una tassa molto poco amata dai cittadini. Credo però che si tratti molto spesso di dimenticanza perché il pagamento va effettuato direttamente dal cittadino e non viene notificato nessun avviso. Per questo, ad esempio, offriamo ai soci Aci un servizio di pagamento automatico della tassa". 

Possono usufruire della regolarizzazione agevolata i contribuenti interessati, siano essi persone fisiche o giuridiche. La regolarizzazione agevolata riguarda: le posizioni debitorie della tassa automobilistica regionale già iscritte a ruolo per gli anni di imposta 2016, 2017, 2018 e 2019 ad esclusione delle somme già versate all'Agente della Riscossione; le posizioni debitorie della tassa automobilistica regionale per gli anni di imposta 2020 e 2021, per le quali non si sia già provveduto al pagamento tramite i canali di riscossione ordinaria. Sono escluse dalla regolarizzazione agevolata le posizioni relative a: periodi d'imposta con decorrenza successiva al 31 dicembre 2021; rapporti tributari definiti con sentenza passata in giudicato; ruoli affidati all'Agente della riscossione per i quali, alla data di entrata in vigore della norma in questione, siano già state avviate procedure esecutive.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

In provincia è "febbre da bollo": quadruplicati i pagamenti, ma solo grazie alla sanatoria

AgrigentoNotizie è in caricamento