rotate-mobile
Domenica, 29 Maggio 2022
Economia

Niente stipendio per i forestali, il sindacato: "Il governo Musumeci mortifica i lavoratori"

La Cgil ha anche denunciato le "continua mortificazioni che subiscono i lavoratori". Una situazione di certo non semplice

Ci risiamo. Ad alzare la voce è ancora una volta il sindacato dei lavoratori. I foresta non hanno percepito la mensilità di novembre e dicembre. Niente stipendio, dunque, per 350 famiglie. Ad intervenire è la Cgil  "Niente mensilità di novembre e dicembre per i forestali. Il governo Musumeci continua a mortificare questi lavoratori. Saranno delle festività tristi quelle di circa 350 famiglie dei lavoratori forestali 151sti dell’Aib impegnati nel completamento delle giornate di garanzia occupazionale presso l'Ufficio per il Territorio della provincia di Agrigento, non solo dal punto dell'emergenza sanitaria e delle restrizioni in atto, ma anche dal punto di vista economico in quando non riusciranno a percepire le mensilità di novembre e dicembre". 

Il sindacato denuncia le promesse fatte e mai mantenute. "Ancora una volta dopo le promesse elettorali non mantenute (mai più un giorno di riposo per i forestali; e le dichiarazioni dell’assessore regionale Bandiera su una Riforma sempre annunciata e mai arrivata), il Governo Musumeci da un lato preleva in maniera forzosa dalle buste paga 50 euro mensili ai lavoratori relative agli arretrati contrattuali 2006/2008, dall'altro non riesce a garantire le sacrosante retribuzioni. La segreteria Provinciale della Flai Cgil di Agrigento aveva espresso nelle settimane scorse grande preoccupazione rispetto alle difficoltà da parte dell’amministrazione Regionale ad avere nella propria disponibilità effettiva le risorse dei fondi Fsc (il fondo per lo sviluppo e la coesione)  che si stanno utilizzando nel settore forestale della manutenzione e tale preoccupazione si è dimostrata reale. Con delibera di Giunta, il Governo aveva autorizzato l'immissione in servizio dei lavoratori grazie all'utilizzo di 55 milioni dai Fondi FSC, fondi che una settimana fa’ si è scoperto essere non disponibili e quindi si dovrà ricorrere ad una variazione di Bilancio per dare copertura finanziaria alla garanzie occupazionali previste per legge, ma questo purtroppo non garantirà che i lavoratori percepiscano gli stipendi entro l’anno". 

La Flai Cgil di Agrigento hanno denunciato anche le "mortificazioni che subiscono i lavoratori forestali. Perchè privati anche nei periodi delle festività della serenità economica che garantirebbe di trascorrere almeno queste giornate in armonia con i familiar. 

 “Il Governo Regionale - afferma Di Franco -  ancora una volta ha dato dimostrazione di quanto poco tenga ad un settore importante come la forestazione, e da qui l'importanza di dar vita già a partire dai primi giorni del 2021 ad un'iniziativa sindacale forte che porti al centro della discussione una riforma fondata sulla tutela del territorio e dell'ambiente, sulla prevenzione e lotta agli incendi, sul contrasto alla desertificazione ed al dissesto idrogeologico, sull’ampliamento della superficie boschiva, sull'uso plurimo e produttivo del bosco, valorizzando i prodotti forestali a partire dal legno, alla produzione della biomassa, alla valorizzazione delle attività didattiche, culturali e turistiche ricreative del bosco, non tralasciando l'importanza dell’aspetto occupazionale”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Niente stipendio per i forestali, il sindacato: "Il governo Musumeci mortifica i lavoratori"

AgrigentoNotizie è in caricamento