menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Statali a rischio incompiute, Confesercenti: "Aziende in ginocchio, attendiamo risposte"

Il presidente Vittorio Messina: "Chiediamo alle istituzioni competenti di superare tale impasse, di assicurare una pronta ripresa dei lavori e di ristorare i creditori"

Il coro è ormai più che unanime. Dopo i sindaci e la Chiesa, interviene anche Confesercenti Sicilia. E il grido è, appunto, lo stesso: "Riaprire presto i cantieri per evitare seri danni all'economia dell'isola". "La preoccupazione è una sola: la crisi finanziaria della Cmc e il conseguente stop ai cantieri lungo la statale 640 e la statale 189, con gli annessi problemi che si stanno sviluppando per la viabilità ma anche dal punto di vista economico e turistico della regione” - ha detto  il presidente Vittorio Messina -  .

IL VIDEO. Crisi finanziaria della 'Cmc', i sindaci: "Basta disagi per i cittadini"

"Tutto questo - ha aggiunto il presidente di Confesercenti Sicilia - mentre permangono i gravi aspetti della sicurezza delle arterie interessate dove si continua a morire. Il grave rischio di isolamento che si sta determinando provoca danni notevoli non solo alla mobilità locale ma anche al turismo. A queste emergenze si aggiunge quella gravissima che rischia di creare notevoli difficoltà alle aziende creditrici della Cmc. Il governo regionale ha chiesto l’intervento di quello nazionale attraverso il ministero dei Trasporti e in questo senso la Sicilia attende risposte immediate per sbloccare tempestivamente una situazione di grave disagio che rischia di penalizzare ulteriormente l’isola che già sconta un pesante gap infrastrutturale rispetto alle altre zone del paese”.

Le imprese creditrici: "L'Anas faccia il suo dovere, completiamo i cantieri"

“Gli imprenditori siciliani e i cittadini tutti - ha concluso Vittorio Messina - chiedono alle istituzioni competenti di superare tale impasse, di assicurare una pronta ripresa dei lavori e di ristorare i creditori evitando di mettere in crisi aziende e lavoratori che operano in un territorio già abbastanza martoriato”.

Statali a rischio incompiuta, Musumeci: "Intervenga il Governo" 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Apre lo "Sportello di ascolto solidale": aiuterà anche le famiglie

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento