Riscossione della Tari, cambiato il regolamento: ecco tutte le novità

Vengono introdotti il conguaglio nell’anno successivo, la scadenza al giorno 16 dei mesi di febbraio, aprile, agosto e ottobre e la possibilità di pagamento in unica soluzione entro il termine della seconda rata

Riscossione della Tari. Il Comune – cercando di stabilizzare i pagamenti di ciascuna utenza – ha modificato il regolamento per la disciplina della tassa dei rifiuti. I pagamenti, a carico di ciascuna utenza, sono previsti in quattro rate durante l’anno. Vengono introdotti, adesso, il conguaglio nell’anno successivo, la scadenza al giorno 16 dei mesi di febbraio, aprile, agosto e ottobre e la possibilità di pagamento in unica soluzione entro il termine della seconda rata.

“La scelta del giorno 16 è connessa alla corrispondenza con la già introdotta norma che fissa al ‘16’ il pagamento dei versamenti di tributi e contributi tramite delega unificata modello F24 – viene argomentato nella relazione alla modifica del regolamento - . La scelta dei mesi di scadenza delle singole rate, invece, è finalizzata ad evitare la coincidenza del pagamento con quanto già fissato dall’Erario statale per imposizione fiscale di sua competenza, nei mesi di giugno e dicembre. La scelta, infine, del pagamento in unica soluzione entro la scadenza della seconda rata è finalizzata a razionalizzare il sistema e censire subito il mancato versamento. Non viene impedito all’utente che desiderasse pagare entro giugno, come nella vigente versione, disporre il versamento delle rate successive alla prima anche in maniera anticipata alla loro scadenza e in un’unica occasione. Ma consente all’ente di inviare un avviso bonario, entro il mese di maggio, con potenziale effetto deflattivo e induzione al ravvedimento, contraltare della facoltà di non pagare la prima rata a condizione di versare in un’unica soluzione entro la successiva”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Si cerca insomma, in questo modo, di stabilizzare le scadenze. E in questo modo il Comune dovrebbe riuscire a trasmettere gli avvisi di pagamento con un certo anticipo e con un unico inoltro l’anno. Il Municipio proverà, inoltre, a implementare i sistemi di pagamento alternativi e diversificati come l’internet banking. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, 59 nuovi positivi nell'Agrigentino: ci sono anche insegnanti e studenti, è raffica di scuole chiuse

  • Regione, firmata l'ordinanza: centri commerciali e outlet chiusi la domenica pomeriggio e coprifuoco dalle 23

  • Coronavirus: "pioggia" di casi tra Agrigento, Favara, Ribera e Sciacca

  • Cosa fare se si è entrati in contatto con una persona positiva al coronavirus

  • Aumentano i contagi da Covid, sospesi i mercatini settimanali: ecco dove

  • L'ultimo bagno della stagione si trasforma in tragedia: annegato un turista 51enne

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AgrigentoNotizie è in caricamento