menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La centrale Enel di Porto Empedocle

La centrale Enel di Porto Empedocle

La centrale Enel di Porto Empedocle verrà riconvertita a turbogas

Il progetto prevede l'installazione di un impianto turbogas - di derivazione aeronautica - da 80 megawatt alimentato a metano. Per l'occasione si realizzerà un gasdotto che permetterà di collegare la centrale alla rete nazionale

La centrale Enel di Porto Empedocle verrà riconvertita all'alimentazione con gas metano. Non sarà, quindi, più alimentata dall'olio combustibile che ancora ora viene trasportato da piccole navi cisterna. Ad annunciare la riconversione della centrale sono stati il responsabile Enel, Ignazio Mancuso, e il sindaco della città marinara, Calogero Firetto, stamani nel corso di una conferenza stampa. 

Il progetto prevede l'installazione di un impianto turbogas - di derivazione aeronautica - da 80 megawatt alimentato a metano. Per l'occasione si realizzerà un gasdotto che permetterà di collegare la centrale alla rete nazionale. La turbina a gas sostituirà il "gruppo 2", che sarà poi definitivamente dismesso. L'altro gruppo ad olio combustibile (gruppo 1) sarà invece posto in "riserva fredda", utilizzabile per fare fronte ad eventuali necessità. 
 
"Il Comune - ha assicurato il sindaco - si impegnerà fattivamente affinché i lavori possano partire ad inizio 2013 per essere completati entro il 2014". 
 
"L'adeguamento della centrale Enel comporterà notevoli benefici ambientali - hanno dichiarato sia Firetto che Mancuso - grazie ai livelli di emissione in aria di gran lunga inferiori agli attuali, già bassi, derivanti dalla combustione dell'olio per alimentare le turbine. Inoltre, il nuovo impianto sarà più flessibile, con rapidi avviamenti e fermate. La riconversione consentirà di soddisfare al meglio le esigenze legate al fabbisogno della rete elettrica. L'aspetto rilevante per la comunità empedoclina - hanno sottolineato Firetto e il responsabile Enel - è che il progetto di riconversione consentirà di dare al sito continuità operativa a lungo termine, salvaguardando gli attuali livelli occupazionali".
 
Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento