rotate-mobile
Mercoledì, 29 Maggio 2024
Economia

Nuovo digitale terrestre, emittenti televisive a rischio chiusura anche in provincia

I costi a cui saranno sottoposte le aziende sono ritenuti intollerabili, la solidarietà dalle amministrazioni locali

Nuovo digitale terrestre, le tv locali sono ormai a rischio chiusura, il Consiglio comunale di Racalmuto esprime solidarietà e chiede al Consiglio dei Ministri per salvaguardarle

Il punto sarà anche discusso in aula, con una richiesta al Governo nazionale di rinviare lo switch off del digitale terrestre a fine anno, in modo da scongiurare - o più probabilmente rinviare - l'oscuramento delle emittenti locali. Questo perché alle aziende sono oggi richiesti canoni anche da 70mila euro.

"Una cifra insostenibile -  spiega in una nota Pagliaro, ex presidente del Consiglio - e marzo 2022 sarà la data ultima a partire dalla quale le emittenti locali della Sicilia non potranno più utizzare la banda 700Mhz. Chiediamo al Governo centrale di valutare l'opportunità di mettere a bando nuove frequenze per garantire alle TV locali di continuare a trasmettere, come la nostra emittente Studio98,con un costo accessibile di canone annuo, l'nformazione democratica e plurale, garantendo, nel contempo, notevoli livelli occupazionali di giornalisti, tecnici e operatori del settore - infine  invitiamo tutti i consigli comunali della provincia di Agrigento a  farsi sentire a difesa delle emittenti locali".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nuovo digitale terrestre, emittenti televisive a rischio chiusura anche in provincia

AgrigentoNotizie è in caricamento