Lavoratori Hydortecne licenziati e senza stipendio, Mucci: "Occorre un incontro urgente con il prefetto"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di AgrigentoNotizie

Alcuni lavoratori dipendenti della  Hydortecne Srl, di proprietà Girgenti Acque SPA, sono stati licenziati in data 6 agosto 2018 a seguito della procedura di  Mobilità  ex Leg. n°223/ 91. I lavoratori hanno impugnato i licenziamenti anzidetti  davanti il Giudice del Lavoro del Tribunale di Agrigento che, con sentenza non definitiva, ha dichiarato illegittimo il licenziamento intimato ai lavoratori. La società Hydortecne Srl è amministrata in via straordinaria dai commissari prefettizi Sigg. Dott. Gervasio Venuti e Dott. Giuseppe Dell’Aira, nominati dal Prefetto Dott. Dario Caputo, al fine di garantire la continuità di servizi indifferibili nonché la salvaguardia dei livelli occupazionali. Con provvedimenti giurisdizionali la società Hydortecne Srl è stata condannata al pagamento delle spettanze retributive in favore di  tutti i lavoratori ingiustamente licenziati o in alternativa alla reintegrazione del dei medesimi. A distanza di quasi un anno dalla sentenza, la Hydortecne Srl, proprietà Girgenti Acque SPA, alla data odierna non ha corrisposto nessun trattamento economico ai lavoratori, neppure provvedendo alla reintegrazione. Oltre al danno del mancato pagamento delle spettanze, quindi ora giunge anche la beffa.  SGB rappresenta la necessità improcrastinabile di un incontro urgente con il Prefetto Dott.ssa Maria Rita Cocciufa, al fine di trovare una soluzione alla problematica retributiva e occupazionale.

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento