Imposta di soggiorno, la Consulta su abusivismo e fondi per San Calò

"Condivisa l’idea di sostenere direttamente con l’1,4 per cento dell'imposta la tradizionale festa in onore del patrono della città"

Abusivismo e controlli. Ma anche destinazione delle somme riscosse come imposta di soggiorno. Sono questi alcuni dei temi di cui ha discusso oggi, al Comune di Agrigento, la “Consulta per l’imposta di soggiorno”.

Con l'imposta di soggiorno si finanzia la festa di San Calogero  

Affrontando il tema della destinazione delle somme riscosse come imposta di soggiorno nell’esercizio finanziario 2017 e per il triennio 2017/2019 sono state individuate tre macro-aree di intervento: promozione, marketing della destinazione Agrigento, prodotti turistici ed eventi, nella misura del 64 per cento; infrastrutture, manutenzioni e servizi per il turismo, nella misura del 35 per cento e formazione turistica, nella misura dell’1 per cento.

LA VIDEOINTERVISTA. Firetto sui fondi per la festa di San Calogero 

La Consulta inoltre, avendo condiviso la grave situazione finanziaria del bilancio comunale e tenuto conto - rendono noto - del rischio effettivo di annullamento della festa di San Calogero a causa della mancata erogazione del contributo comunale, ha condiviso l’idea di sostenere direttamente con fondi della imposta di soggiorno (nella misura dell’1,4 per cento) la tradizionale festa di San Calogero. Altro tema suggerito dai componenti la commissione è stato quello relativo alla promozione della città di Agrigento che dovrà avvenire sempre con largo anticipo su tempi e date.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mafia, traffico di droga e politica: scatta l'operazione "Oro bianco": 12 arresti, ecco i nomi

  • Fiumi di droga, estorsioni, minacce e il "braccetto" con la politica: ecco i dettagli dell'operazione "Oro bianco"

  • Scontro fra due auto nella zona industriale, muore impiegata 62enne

  • Rimorchio si sgancia da tir e travolge auto: due feriti, uno in gravi condizioni

  • Coronavirus, quasi duemila contagi in 24 ore (+79 in provincia): la Sicilia presto sarà "zona rossa"

  • Coronavirus, Sicilia in zona rossa: i divieti e cosa si può fare

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento